Facebook

Paul Haggis: il processo contro di lui si apre su Scientology e sull'abuso di potere di Hollywood

Mentre il processo contro Paul Haggis si apre a New York, la difesa e l'accusa, in tribunale, mttono segno i primi colpi su Scientology e sull'abuso di potere a Hollywood.

Paul Haggis: il processo contro di lui si apre su Scientology e sull'abuso di potere di Hollywood

In questi giorni sono iniziate le dichiarazioni di apertura del processo civile contro il regista premio Oscar Paul Haggis, che dovrà rispondere ad alcune accuse di violenza sessuale risalenti a qualche anno fa. Il processo, in base a quanto riportato da Variety, sta concentrando la sua attenzione su Scientology e sull'abuso di potere che il regista avrebbe esercitato in base alla sua posizione ad Hollywood.

Le accuse alla base del processo provengono da Haleigh Breest, la quale sostiene che il regista l'avrebbe costretta a fare sesso orale, nel 2017, per poi usarle violenza sessuale quando accettò con riluttanza di bere qualcosa nel suo appartamento di Soho a seguito della prima di un film. In tutto ciò sono stati i suoi avvocati ad affermare che Paul Haggis avrebbe usato la sua posizione di potere a Hollywood per fare pressione sull'attrice allora 26enne. Queste sono state le parole dell'avvocato Zoe Salzman:

"L'imputato, Paul Haggis, è un famoso regista e sceneggiatore. Ha vinto due Oscar. Ha talento. È potente. È anche manipolatore. Le prove in questo caso mostreranno che il signor Haggis ha usato le sue capacità di narratore e la sua fama per depredare, manipolare e attaccare le giovani donne vulnerabili nell'industria cinematografica. Ha attirato Haleigh, l'ha manipolata per farla rimanere sola e l'ha aggredita. Non si è fermato quando lei ha detto di no. Non si è fermato quando lei ha lottato e ha resistito".

Leah Remini: "Le accuse a Paul Haggis sono manovrate da Scientology"

In risposta a tutto ciò Haggis non ha negato che i due avessero fatto sesso all'epoca, sottolineando, però, che è stato consensuale. La difesa, in questo caso, ha sostenuto che l'accusa suddetta sia una conseguenza del suo abbandono, nel 2009, della chiesa di Scientology. Una sorta di rappresaglia alla sua scelta di abbandonare il culto. Così si è espresso Priya Chaudhry, l'avvocato difensore di Paul Haggis: "Scientology ha molto successo nel distruggere i suoi nemici senza lasciare una sola impronta digitale", affermando che il suo cliente è stato preso di mira per le sue scelte passate, "Potresti non sapere mai se lei stia mentendo a causa di Scientology, per ottenere i suoi soldi o per qualche altro motivo. Ma le prove mostreranno che sta mentendo".

Roma Fiction Fest 2015: un primo piano di Paul Haggis al photocall prima della masterclass
Roma Fiction Fest 2015: un primo piano di Paul Haggis al photocall prima della masterclass