Facebook

Oscar 2023: le nomination agli artisti asiatici hanno fatto la storia con un nuovo record

Le nomination agli Oscar 2023 hanno rivelato gli attuali nomi in gara, mettendo in evidenza una maggior presenza asiatica rispetto a tutte le edizioni precedenti.

Oscar 2023: le nomination agli artisti asiatici hanno fatto la storia con un nuovo record

Le nomination agli Oscar 2023 hanno messo in evidenza un dato importante: si tratta dell'edizione con il più alto numero di candidati asiatici fino ad oggi. Ai risultati di Everything Everywhere All at Once si aggiungono anche quelli di Hong Chau per The Whale e molti altri, superando la formazione del 2004 proprio in termini di diversità.

Everything Everywhere All at Once ha aperto le danze con ben 11 candidature che includono sia la sceneggiatura che la regia. Il film è scritto e diretto da Daniel Kwan e Daniel Scheinert, le cui nomination segnano la tredicesima presenza di cineasti asiatici riconosciuti in ciascuna delle due categorie.

Anche il cast del film è comparso in liste interessanti agli Oscar 2023, con Michelle Yeoh nominata fra le migliori attrici protagoniste. Fino ad oggi l'unica altra donna asiatica ad essere mai comparsa in questa categoria era stata Merle Oberon per The Dark Angel (1935).

Tra gli altri talenti asiatici riconosciuti agli Oscar 2023 c'è il regista Domee Shi, il cui Turning Red (da noi semplicemente Red) è comparso fra i 5 migliori film d'animazione. Nella miglior sceneggiatura adattata, invece, troviamo Kazuo Ishiguro per Living.

Oscar 2023: lista aggiornata dei favoriti nelle categorie principali

L'Academy, in questa edizione, sembra comunque aver dato un maggior spazio alla diversità. Parlando di recitazione, fra le attrici nominate come miglior protagonista e non, ne troviamo almeno 5 straniere: Ana de Armas, Michelle Yeoh, Angela Bassett, Hong Chau e Stephanie Hsu (Viola Davis e Danielle Deadwyler sono state snobbate). Quan e Brian Tyree Henry rappresentano, invece, gli uomini di colore nella corsa agli attori non protagonisti, ottenendo entrambi le loro prime nomination.