Chi è la moglie di Raf, Gabriella Labate

Ecco chi è Gabriella Labate, una showgirl, attrice e coreografa sposata con Raf: celebre cantautore contemporaneo di origini pugliesi.

NOTIZIA di 30/09/2021

La moglie di Raf, pseudonimo di Raffaele Riefoli, si chiama Gabriella Labate ed è una vera e propria diva della televisione italiana. La donna è una famosa soubrette e coreografa romana, oltre che un'attrice di successo: nel corso degli anni, infatti, ha recitato in numerose produzioni del regista Carlo Vanzina, tra cui S.P.Q.R. 2000 e 1/2 anni fa e Il ritorno del Monnezza.

Gabriella fu scoperta da Pier Francesco Pingitore e Mario Castellacci mentre prendeva lezioni presso una scuola di danza e i due le proposero di lavorare al Bagaglino, programma in cui rimase per molti anni come primadonna, partecipando a diverse trasmissioni televisive del gruppo come Creme Caramel, Bucce di banana, Mi consenta. Nello stesso periodo lavorò come modella per vari servizi di fotografia glamour, apparendo integralmente nuda su diverse riviste fra le quali Excelsior, Playboy e Playmen.

Nel corso della sua carriera la Labate, come soubrette e ballerina, ha partecipato a più programmi, tra i quali Cocco, Stasera mi butto e Biberon, presentando anche la prima edizione di Scherzi a parte con Angela Melillo, Teo Teocoli e Gene Gnocchi. Grazie alla popolarità ottenuta nei primi anni novanta, in seguito, ha iniziato a lavorare come coreografa, nel 1994 ha avuto una parte nel film S.P.Q.R. 2000 e ½ anni fa di Carlo Vanzina e nel 2005 ha recitato ne Il ritorno del Monnezza.

Gabriella Labate, che condivide due figli con il marito, Bianca (nata nel 1996) e Samuele (nato nel 2000), è molto attiva sui social network, in particolare sulla sua pagina di Instagram. Ed è proprio sulla piattaforma fotografica che la donna si è recentemente aperta a proposito dei suoi passati problemi di salute: "Vi racconto una cosa, quattro anni fa ho dovuto affrontare una patologia rarissima scoperta la mattina di un giorno qualunque. Ora sto bene e sorrido, ma in questo periodo di incertezze e paure, spesso mi volto indietro e li ci ritrovo me stessa 4 anni fa con 14 chili in meno e una lunga cicatrice dal petto fino al pube".