L'Albero degli Zoccoli, quando Batistì partecipò al remake hard e fece arrabbiare Olmi

Il remake porno de L'Albero degli Zoccoli, banalmente intitolato L'Albero delle Zoccole, mandò su tutte le furie il regista Ermanno Olmi.

NOTIZIA di 24/07/2021

L'Albero delle Zoccole, remake hard de L'Albero degli Zoccoli, uscì nel novembre del 1995 per la regia di Leo Salemi e, inaspettatamente, riscosse un discreto successo. Ermanno Olmi, regista del film originale, si infuriò quando scoprì che l'attore che nel suo film aveva interpretato Batistì prese parte anche alle riprese del film porno.

Ermanno Olmi sul set del film Cento chiodi
Ermanno Olmi sul set del film Cento chiodi

Il pubblico rimase molto incuriosito dalla peculiare scelta del trevigliese Luigi Ornaghi, forse conosciuto meglio come Batistì, di prendere parte alle riprese della pellicola hard. Il film divenne piuttosto celebre e questo non fece altro che suscitare un ulteriore ondata d'ira in Olmi.

Il tentato suicidio nell'adolescenza: un'immagine che ritrae Ermanno Olmi
Il tentato suicidio nell'adolescenza: un'immagine che ritrae Ermanno Olmi

Ornaghi, contadino trevigliese scelto da Olmi per il ruolo del rude Batistì, dopo il successo della pellicola decise di continuare a recitare: prese parte alle riprese di Ratataplan, a quelle de La stella alpina e in altri film meno conosciuti.

I più comunque lo conoscono da sempre per il personaggio di Batistì e, proprio per questo motivo, Salemi nel 1995 decise di ingaggiarlo per il suo film. "E' un fatto di pessimo gusto di cui non voglio parlare" dichiarò Olmi a porposito della pellicola e del "tradimento" di Ornaghi, il quale ha sempre rivendicato con orgoglio la propria partecipazione al film pornografico.