La vedova Winchester: la storia vera che ha ispirato il film

La vedova Winchester è un film che racconta solo una parte della storia vera che giace alla base della Winchester Mystery House.

NOTIZIA di 02/12/2020

I registi de La vedova Winchester, Michael e Peter Spierig, meglio noti come The Spierig Brothers, hanno basato il loro film horror soprannaturale sulla storia vera di Sarah Winchester e della casa che non ha mai smesso di costruire. L'abitazione è apparsa nei programmi televisivi di tutto il mondo e come location per una moltitudine di film dell'orrore. Michael e Peter si sono assunti il compito di creare un racconto semi-biografico, ma fittizio, di Sarah e della famigerata villa.

La vedova Winchester: Helen Mirren in una scena del film horror
La vedova Winchester: Helen Mirren in una scena del film horror

Sarah Winchester è nata a New Haven, Connecticut in una data sconosciuta nel 1839 e quando aveva ventitré anni ha sposato William Wirt Winchester. Suo padre era il fondatore della Winchester Repeating Arms Company e William, come suo unico figlio, l'avrebbe ereditata una volta morto. La coppia ha avuto solo una figlia, di nome Annie, morta per una malattia sconosciuta.

Nel 1881 anche William è venuto a mancare dopo aver lottato per anni contro la tubercolosi e, nel momento in cui è morto, Sarah è diventata milionaria e ha iniziato a guadagnare mille dollari al giorno, anche se niente poteva consolare il suo dolore. In seguito ha iniziato a frequentare una sensitiva che, presumibilmente, avrebbe evocato il fantasma del suo defunto marito che le ha ordinato di trasferirsi in California per costruire una casa per se stessa e per gli spiriti delle persone uccise dai fucili Winchester.

La vedova Winchester: Jason Clarke e Helen Mirren in una scena del film
La vedova Winchester: Jason Clarke e Helen Mirren in una scena del film

Alcuni ipotizzano che Sarah si sia trasferita per guarire se stessa e costruire una nuova vita lontano dal trauma del Connecticut, ma altri credono che abbia deciso di placare gli spiriti irrequieti. Nel 1884 acquistò quella che sarebbe diventata la Winchester Mystery House nella Santa Clara Valley. Quando Sarah morì, il 5 settembre 1922, la casa non era ancora stata completata ma il suo design ornato, l'architettura e la leggenda divennero un simbolo storico che rappresenta l'esistenza del soprannaturale.

Nel 1924 Harry Houdini visitò l'enorme stranezza architettonica nel cuore della Silicon Valley, in California. Sebbene fosse un mago di professione, Houdini era devoto, in questo particolare momento della sua vita, a smascherare ciò che considerava "il flagello dei falsi sensitivi".

La vedova Winchester: Helen Mirren in un'immagine tratta dal film
La vedova Winchester: Helen Mirren in un'immagine tratta dal film

La massiccia tenuta, parzialmente demolita dal grande terremoto di San Francisco del 1906, aveva la reputazione di essere infestata dai fantasmi e nemmeno lo stesso Houdini riuscì a liberarsi dalla sensazione che qualcosa all'interno di quelle mura non andasse.

Riprendendo alcuni soprannomi popolari dell'epoca, Houdini soprannominò l'edificio "Winchester Mystery House" in onore della defunta Sarah Winchester. Da allora più di 12 milioni di persone, provenienti da ogni angolo del globo, hanno visitato la casa alla ricerca del soprannaturale.