Emma Thompson: "Quella volta che Donald Trump mi invitò a cena"

L'attrice, durante un'apparizione al talkshow Skavlan, ha raccontato di come nel 1998 Donald Trump le abbia chiesto di uscire e di farsi ospitare nelle sue Trump Towers

Un giorno, alla fine degli anni '90, quando la vincitrice dell' Oscar Emma Thompson era sul set di I colori della vittoria di Mike Nichols, ha ricevuto una misteriosa telefonata nel suo camerino. L'attrice, attualmente nelle sale grazie al live-action remake de La Bella e la Bestia di Bill Condon, ha parlato dell'aneddoto al talk show Skavlan dove ha raccontato:

"Risposi al telefono e lui disse 'Ciao, sono Donald Trump', e io 'Davvero? Che posso fare per te?', lui rispose 'Beh, volevo offrirti ospitalità in una delle mie Trump Towers, sono davvero confortevoli. Penso che potremmo andare molto d'accordo, magari andare a cena insieme una volta'".

L'attrice, presa alla sprovvista dall'offerta, rispose che gli avrebbe fatto sapere, affermando poi di non averlo mai fatto. E ha poi aggiunto:

"Non avrei mai accettato. Non l'ho più visto da quel giorno. Chissà se ci fossi andata... pensa quante cose da raccontare!"

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

Emma Thompson: "Quella volta che Donald Trump mi...
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

La Bella e la Bestia: 5 cose che potreste non aver notato del film
Love Actually, Emma Thompson non tornerà: "Troppo doloroso e troppo presto"