Facebook

Kanye West si scaglia contro gli ebrei sionisti: "Mi hanno fregato per troppo tempo"

Kanye West ha negato di essere antisemita e ha rincarato la dose attaccando i 'media ebraici' e gli ebrei sionisti in generale, affermando che 'lo hanno fregato per troppo tempo'.

Kanye West è ancora al centro delle polemiche a causa dei suoi recenti commenti sugli ebrei: dopo che le sue dichiarazioni sono state considerate antisemite da molte celebrità e associazioni statunitensi, il rapper è stato nuovamente intervistato da N.O.R.E. e DJ EFN durante l'ultimo episodio del Drink Champ.

Durante il podcast Kanye ha affermato di non essere affatto antisemita, in parte perché anche lui è "ebreo come il sangue di Cristo", ma ha fortemente criticato il popolo ebraico, dicendo che gli ebrei controllano tutti i media, il mondo della musica e quello dello spettacolo.

La star ha incolpato i "sionisti ebrei" per aver pubblicato notizie false su di lui e sulla sua famiglia: "Gli ebrei hanno preso il controllo della gente nera, indossiamo tutti le magliette di Ralph Lauren, abbiamo tutti un contratto con un'etichetta discografica gestita da ebrei, abbiamo un manager ebreo, giochiamo per squadre di basket ebree, giriamo film su piattaforme ebraiche, come la Disney. Rispetto ciò che il popolo ebraico ha fatto e il modo in cui ha unito la propria gente".

"Però mi hanno fregato per troppo tempo", ha concluso Kanye West. "Hanno messo in giro un sacco di narrative false sul mio conto. Se i paparazzi ti scattano una foto, tu non guadagni un euro, ormai sei abituato a farti fregare dai media ebrei. Ed io oggi vi dico: mi avete preso in giro troppo a lungo".