Jane Powell: la star di Sette spose per sette fratelli è morta a 92 anni

Jane Powell, diva della Golden Age di Hollywood e star di Sette spose per sette fratelli, è morta il 16 settembre 2021 all'età di 92 anni.

NOTIZIA di 17/09/2021

Jane Powell, diva della Golden Age di Hollywood che ha danzato con Fred Astaire in Sua Altezza si sposa ed è stata una delle Sette spose per sette fratelli nel classico musical del 1954, è morta all'età di 92 anni il 16 settembre 2021 nella sua casa di Wilton, Connecticut.

Una foto di Jane Powell
Una foto di Jane Powell

Susan Granger, amica e portavoce dell'attrice, ha dichiarato a Deadline che Jane Powell è morta in pace nella casa che ha condiviso per molti anni con il marito, l'attore e publicist Dick Moore, scomparso nel 2015.

Powell, una delle ultime stelle della golden Age di Hollywood ancora in vita, ha continuato ad apparire in scena fino a tarda età dando vita a una lunghissima carriera.

Nata Suzanne Lorraine Burce a Portland, Oregon, Jane Powell si è imposta ben presto come cantante di successo in Oregon fino a quando non ha deciso di trasferirsi a Hollywood, firmando presto un contratto con Metro-Goldwyn-Mayer. Il suo debutto sul grande schermo arriva nel 1944 con È fuggita una stella, in cui interpretava una cantante adolescente alle prese con lo show business.

Dopo aver cementato la sua popolarità, l'attrice affiancò Fred Astaire in Sua Altezza si sposa dando vita a indimenticabili numeri musicali. Nel film, Powell aveva preso il posto di Judy Garland, che a sua volta era intervenuta dopo l'uscita di scena di June Allyson. il ruolo più famoso di Jane Powell resta quello di Milly Pontipee nel musical Sette spose per sette fratelli, personaggio che riprenderà anche a teatro.

Numerose le sue apparizioni televisive negli anni '70 e '80 in serie quali Love Boat e Fantasilandia. La sua ultima apparizione sul piccolo schermo risale al 2002, in Law & Order: Unità Speciale. Nel 2003, Jane Powell è apparsa in una produzione di Chicago di un musical che sarebbe diventato tra i titoli più leggendari del teatro: Bounce di Stephen Sondheim, che aveva iniziato la sua corsa Off Broadway quattro anni prima come Wise Guys. Per la produzione di Chicago al Goodman Theatre, Bounce è stato diretto da Harold Prince, coreografato da Michael Arnold e interpretato da Richard Kind, Howard McGillin, Powell, Herndon Lackey, Gavin Creel e Michele Pawk.