Facebook

Harry Styles posa per Gucci in t-shirt con orsetto accanto a un materasso da bambini, è bufera

Bufera su Harry Styles, testimonial della nuova campagna Gucci che vede l'attore in posa a fianco di un materasso per bambini.

Harry Styles posa per Gucci in t-shirt con orsetto accanto a un materasso da bambini, è bufera

Harry Styles nell'occhio del ciclone per via della nuova campagna Gucci. Sul cantante stanno piovendo critiche per la campagna in cui promuove la collezione HA HA HA di Gucci posando con una maglietta con sopra un orsacchiotto accanto a un materasso a misura di bambino.

La campagna di Gucci è stata pubblicata il mese scorso, ma sta affrontando nuove critiche sulla scia dello scandalo Balenciaga. Balenciaga è stata ampiamente criticata per le sue pubblicità natalizie con bambini piccoli che tengono in braccio orsacchiotti vestiti con abiti bondage. Kering è la società madre di entrambi i marchi di moda di lusso.

Tra coloro che si sono espressi pubblicamente contro la campagna pubblicitaria con Harry Styles c'è Alexandra Gucci Zarini, il cui bisnonno ha fondato il marchio Gucci.

"Perché dovresti creare una performance con il materasso di un bambino e un uomo adulto?" Zarini ha scritto su Instagram pubblicando uno screenshot catturato da The Daily Mail. "Gucci è stato creato per essere il marchio più elegante con un prodotto di altissima qualità. La direzione che sembra intraprendere ora è preoccupante. La protezione dei bambini dovrebbe sempre essere al primo posto e non essere derisa. Le mie preoccupazioni sii concentrano sul fatto che sembra esserci un'ideologia comune tra le case di moda di Kering".

La campagna, uscita il 2 novembre, è stata ideata dall'ex direttore creativo Alessandro Michele. Gucci ha annunciato a fine novembre che Michele avrebbe lasciato il ruolo dopo sette anni. Nel comunicato stampa del mese scorso che pubblicizzava la sua collaborazione con Harry Styles, Gucci ha spiegato che "il gioco è al centro della collezione Gucci HA HA HA. Il suo nome dopotutto è il suono onomatopeico dell'essenza scritta dell'emoji 'faccina che ride', così come la crasi seriale delle iniziali di 'Harry' e 'Alessandro'. Partendo da quelle piccole stranezze che si uniscono in visioni infantili, si trasforma in un 'guardaroba da sogno' che riflette i due spiriti creativi dietro la collezione".

My Policeman: per Harry Styles le scene di sesso gay non sono un tabù

Gucci ha condiviso l'immagine controversa su Instagram la scorsa settimana, scatenando i commenti degli utenti indignati.

"È una pubblicità per materassi per bambini? In caso contrario... perché un materasso per bambini è incluso in una pubblicità di moda con un uomo... cosa state cercando di normalizzare?", ha scritto una persona.

"Lettino e orsacchiotto???", ha scritto un'altra persona.

"A meno che non stia per annunciare che aspetta un bambino, nient'altro può giustificare il Materasso. Non voglio vederlo!!!!!!" qualcun altro ha commentato.

Un utente di Instagram ha fatto riferimeto senza mezzi termini allo scandalo Balenciaga scrivendo: "Cosa diavolo è questo Balenciaga?"