Facebook

Grande Fratello Vip 7, Attilio Romita: "Hanno deciso di nominarmi come una cosca mafiosa"

Attilio Romita dopo la nomination al Grande Fratello Vip 7 ha accusato i coinquilini di aver cospirato contro di lui, come un'organizzazione mafiosa.

Grande Fratello Vip 7, Attilio Romita: "Hanno deciso di nominarmi come una cosca mafiosa"

La trentunesima puntata del Grande Fratello Vip 7 ha mandato in nomination cinque concorrenti, tra questi anche Attilio Romita. Il giornalista, finita la trasmissione, ha accusato i suoi coinquilini di aver cospirato contro di lui come fanno le organizzazioni mafiose.

Attilio Romita, Antonino Spinalbese, Sarah Altobello, Edoardo Donnamaria e Luca Onestini, sono i concorrenti finiti in nomination nella puntata del Grande Fratello Vip 7 trasmessa il 6 febbraio. Quando la diretta è terminata, l'ex mezzobusto Rai si è sfogato contro i suoi coinquilini. Secondo il giornalista: "Il grande capo decide chi fare fuori, facciamo fuori Attilio, poi Nikita, siamo fuori da qualsiasi gioco. Questa è un'organizzazione mafiosa, non va bene. Di fronte ad una cosa del genere, io non gioco più".

Attilio si sfoga soprattutto con Oriana Marzoli e Nikita Pelizon che provano a farlo ragionare. La modella triestina gli spiega: "Ci sono persone che pensano a portare chi siamo fuori e persone che pensano piuttosto al gioco televisivo". Allo stesso tempo, Nikita gli consiglia di non demoralizzarsi e continuare ad essere sé stesso, come si vede nella clip caricata su Mediaset Infinity.

"Quando questo gioco lo fanno anche i tuoi amici, che ci stai a fare qui?", replica Attilio visibilmente amareggiato. Romita ha sentito una clip in cui Micol ha detto che, se non avrebbe potuto votare Antonella, avrebbe scelto il giornalista, così come ha fatto Luca Tavassi.

Poco dopo alla conversazione si uniscono anche Sarah Altobello e Antonella Fiordelisi, quest'ultima concorda con Attilio: "Si organizzano per mandare le persone in Nomination", dice, riferendosi ai gruppi che si sono creati nella casa.