Gabriele Muccino difende Emma Marrone dal bodyshaming: "Sono uomini piccoli"

Anche Gabriele Muccino difende Emma Marrone dopo il commento sulle sue gambe del giornalista Davide Maggio.

NOTIZIA di 09/02/2022

Gabriele Muccino è intervenuto nella polemica tra Emma Marrone e Davide Maggio: il regista si è schierato apertamente dalla parte della cantante, che lui ha diretto nel film Gli anni più belli e nella serie TV A casa tutti bene. Muccino, attraverso un post su Twitter, ha definito 'piccoli uomini' chi, come Maggio, fa commenti sul corpo delle donne.

La polemica nata per una diretta Instagram di Davide Maggio non sembra placarsi, il giornalista aveva commentato, negativamente, l'outfit di Emma Marrone nella serata finale del festival dicendo "Se hai una gamba importante eviti le calze a rete".

Al fianco di Emma Marrone nelle ultime ore, oltre ai numerosissimi fan e alle persone comuni, si è schierato anche Gabriele Muccino, il regista che ha portato la cantante sul grande schermo con il film Gli anni più belli, pellicola vincitrice del Premio del pubblico al Festival del cinema italiano di Bastia e candidata a 3 David di Donatello 2021. In un post pubblicato su Twitter, Muccino ha scritto "'Gambe importanti?!'. Ma chi sono questi uomini che si esprimono così?! Io sono uomo ma non riesco nemmeno a comprendere l'espressione. Dico sul serio. Con quale sguardo osservano il mondo?! Cosa vedono che io non vedo?! Sono piccoli uomini, Emma. Piccoli uomini parlanti".

Emma, che con Muccino ha lavorato anche nella nuova serie Sky A casa tutti bene - La serie, su Instagram ha risposto al bodyshaming e, rivolgendosi alle ragazze, ha detto tra l'altro "evitate di ascoltare o leggere commenti del genere. Il vostro corpo è perfetto così com'è. Dovete amarlo e rispettarlo e soprattutto vi dovete vestire come vi pare, sia che abbiate le gambe importanti o meno. Anzi con le calze a rete abbinate anche una bella minigonna, mostratele queste gambe importanti. Ancora è necessario parlare di femminismo. Siate orgogliose del vostro corpo e mostratelo per quello che è".