Festival Internazionale di Cinema e Donne 2017: ospiti Dacia Maraini e Coline Serreau

Da domani al via a Firenze. Ospiti d'onore del festival la regista Coline Serreau, la scrittrice, sceneggiatrice e regista Dacia Maraini, Dominique Cabrera, Farida Benlyazid, Izza Genini.

La produzione recente della cinematografia internazionale firmata dalle registe sarà di nuovo protagonista al Festival Internazionale di Cinema e Donne, diretto da Paola Paoli e Maresa D'Arcangelo, manifestazione che vanta trentanove edizioni, da sempre all'avanguardia nel porre l'accento sulle tematiche della parità di genere e della peculiarità del ruolo femminile in campo artistico e sociale.

In programma dall'8 al 12 novembre al cinema La Compagnia di Firenze (via Cavour 50/r), il festival presenta in anteprima 42 film che aprono uno spaccato sulle cinematografie di Marocco, Francia, Svizzera, Italia e Portogallo. A caratterizzare da sempre il festival, i talk delle ore 19.00, incontri giornalieri con le registe ospiti, aperti al pubblico, esperti del settore, giornalisti, per un confronto sulle tematiche affrontate dai film in programma.

Tra le ospiti di quest'anno due donne che, in modi completamente diversi, hanno 'segnato il tempo': la regista, attrice e scrittrice francese Coline Serreau e la scrittrice, sceneggiatrice e regista Dacia Maraini.

Coline Serreau è una pioniera nell'affrontare le tematiche di genere. Uno dei suoi primi film, Pourquoi pas? del 1978 narra la storia di quella che molti anni dopo sarebbe stata chiamata una famiglia 'arcobaleno', composta da un omosessuale, un bisessuale e una donna che convivono in un particolare - ma ben rodato - menage familiare. La tematica della convivenza tra uomini, stavolta per mostrare la nuova paternità, viene ripresa nel 1985 in quello che è stato il suo film di maggior successo, Tre uomini e una culla, pluripremiato e del quale Hollywood nel 1987 ha realizzato il remake Tre scapoli e un bebè, anche questo grande successo al botteghino, al quale è poi seguito, nel 1990,Tre scapoli e una bimba. Una regista che, in chiave di commedia, porta alla ribalta tematiche di grande attualità, oltre a quelle citate ha infatti realizzato film sulle lotte delle donne, in Mais qu'est-ce qu'elles veulent? (1975) documentario nel quale otto donne - operaie, contadine, madri di famiglia - si interrogano sulla loro vita e sul loro ruolo nella societa; sulla salvaguardia dell'ambiente (Il pianeta verde).

Dacia Maraini, una delle principali scrittrici del panorama culturale italiano, con le sue opere si è da sempre contraddistinta come simbolo donna libera e paladina della libertà: di pensiero, dei sentimenti, di azione, in una società liberata da sopraffazioni e soprusi. Una scrittrice che ha segnato il tempo e la strada per l'affermazione dell'identità femminile, che poi altre donne, fino ad oggi hanno seguito.

"Il tempo delle donne, nel cinema - affermano le condirettrici - è anche quello della rivolta e del rapporto tra i singoli e la storia. Per questo, in apertura, troveremo una delle più grandi registe francesi, Coline Serreau, i cui film segnano il tempo, raccontando la ribellione delle donne negli anni 70 e la trasformazione che si genera nei modi di percepire la realtà individuale e sociale"

Film d'apertura (mercoledì 8 novembre, ore 21.00), Saint-Jacques... La Mecque, anteprima italiana, di Coline Serrau, fuoco d'artificio di invenzioni narrative e visive. Profondo, divertente, onirico e realistico. Incanto musicale e splendidi paesaggi. Esilarante e commovente. Tre fratelli che per incassare la cospicua eredità della mamma sono obbligati a fare a piedi il pellegrinaggio che porta a Santiago de Compostela. Sono un'insegnante che si professa laica, un ricco imprenditore e un alcolizzato filosofeggiante. I tre camminano insieme ad gruppo di altre sei persone, tra le quali un immigrato mussulmano che crede di star andando alla Mecca.

Per informazioni e programma: www.laboratorioimmaginedonna.it.

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

Festival Internazionale di Cinema e Donne 2017:...
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

Tre scapoli e un bebé: svelato il mistero del fantasma che compare nel film