Emma Watson ha svelato il suo peggior appuntamento con "un grassofobico"

Nel 2013 Emma Watson ha avuto un appuntamento da incubo con un ragazzo grassofobico che sosteneva fosse necessario allontanarsi da tutte le persone obese.

NOTIZIA di 08/03/2021

Come riportato da Showbiz Cheat Sheet, nel 2013 Emma Watson ha avuto un appuntamento da incubo con un ragazzo grassofobico e pieno di sé che riteneva fosse necessario e doveroso interrompere i rapporti con qualsiasi persona obesa. Ad aver raccontato l'accaduto è stata la stessa Emma Watson nel corso di un'intervista rilasciata al The Telegraph nel 2013.

Regression: un bel primo piano di Emma Watson
Regression: un bel primo piano di Emma Watson

A quanto pare, gli appuntamenti disgustosi e le proposte indecenti non capitano soltanto nella vita di tutti i giorni alle persone ordinarie ma anche ai divi di Hollywood. Nel 2013, ad esempio, Emma Watson ha raccontato una sua esperienza completamente negativa: "Il peggior appuntamento che io abbia mai avuto è stato quello con un ragazzo che mi diceva che non potevamo mantenere rapporti di amicizia con le persone obese. Pensava che l'aspetto fisico fosse sufficiente a rendere le persone interessanti o meno. Ovviamente era un folle e, per fortuna, me ne sono resa conto immediatamente!".

In occasione di un'intervista con British Vogue del 2019, Emma Watson ha dato anche il suo parere sulle app di appuntamenti e ha dichiarato: "Le app di appuntamenti non fanno assolutamente per me. Sono molto fortunata perché ho frequentato l'università e ho tanti amici. Con molti miei amici, tra l'altro, non è andata bene ma, nonostante ciò, siamo comunque in eccellenti rapporti".

Emma Watson è nota per aver interpretato il personaggio di Hermione Granger nel franchise cinematografico di Harry Potter e per aver collaborato con registi del calibro di Darren Aronofsky, Alejandro Amenàbar, Greta Gerwig e Sofia Coppola. Nel 2015, la rivista Time l'ha inserita nella lista delle 100 persone più influenti del mondo e, nel 2014, l'attrice ha ricevuto il premio BAFTA come migliore artista inglese dell'anno.