Ecco le tre imprecazioni che gli americani non vorrebbero sentire nei film

L'azienda di ricerche di mercato Harris Insights & Analytics ha effettuato un sondaggio tra diversi campioni di spettatori americani su richiesta dei creatori del film Generational Sins: scopriamo insieme la top 3 delle parole proibite!

L'azienda americana di ricerche di mercato Harris Insights & Analytics ha indagato come reagisce lo spettatore cinematografico a insulti, bestemmie e parole proibite in sala. Le tre espressioni che più creano una risposta nel pubblico sono "Jesus Christ", "Goddamn" e "Fuck". Il 33% degli intervistati dice che vedrebbe meno volentieri un film se si usasse l'esclamazione "Gesù Cristo!" come una bestemmia, mentre gli altri due vocaboli seguono col 32% e 31% dei voti. Nei risultati si legge che i repubblicani americani sono molto più infastiditi da queste parole proibite rispetto a chi si professa democratico.

Ma ad esempio tra i cristiani evangelici americani, il 90% non vedrebbe un film se sapesse di dover ascoltare una bestemmia al suo interno. E quasi il 50% di loro non vorrebbe neanche sentire parole come "shit," "damn," "hell" "piss" e "crap".

Il sondaggio è stato richiesto dai creatori di Generational Sins, un film in uscita a ottobre negli USA, basato su una storia di fede, che conterrà 32 imprecazioni e per questo gli è stato attribuito il bollino PG-13 (vietato ai minori di 13 anni).

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

Ecco le tre imprecazioni che gli americani non...
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

Suicide Squad: il fondoschiena di Margot Robbie è stato "censurato"?
Le regole del delitto perfetto: censurate scene di sesso gay su RaiDue