Denise Pipitone, troupe di Chi l’ha visto? aggredita a Mazara del Vallo: “prima o poi fate una brutta fine“

A Mazara del Vallo è stata aggredita e minacciata una troupe di Chi l'ha visto? mentre faceva domande sul caso di Denise Pipitone: ecco il video.

NOTIZIA di 03/06/2021

Una troupe di Chi l'ha visto? è stata aggredita a Mazara del Vallo nel corso di un servizio dedicato alla scomparsa di Denise Pipitone: alcuni abitanti della cittadina siciliana hanno minacciato verbalmente gli inviati del programma di Rai3, come si sente nel video.

A 17 anni dalla scomparsa della bambina, i media italiana stanno riportando alla luce nuove prove, o presunte tali, sul caso: Denise manca da casa dal lontano 1° settembre del 2004. Da settimane la troupe di Chi l'Ha visto? è a Mazara del Vallo facendo domande a chiunque si creda coinvolto nel caso. Nell'ultima puntata del programma Federica Sciarelli ha raccontato quello che è successo ad alcuni inviati dello storico programma di Rai3. La conduttrice ha mostrato un video dove una persona, rivolgendosi alla troupe, urlava: "andatevene pezzi di me..a, basta..i, schifosi, siete solo dei pezzi di me..a, via da qui".

Pure sottolineando che si tratta solo di una sparuta minoranza, la conduttrice ha voluto esprimere la sua solidarietà agli inviati: "Naturalmente sono solo poche persone di Mazara a comportarsi così. Non è bello, perché i giornalisti stanno facendo il loro lavoro. Ma bisogna dire che sono poche persone. La gran parte degli abitanti partecipa alla ricerca di Denise, negli ultimi giorni abbiamo visto anche delle fiaccolate".

Nonostante questa precisazione, la trasmissione ha mandato in onda un altro servizio con altre minacce alla giornalista. L'inviata ha provato a parlare con Anna Corona, ex moglie di Piero Pulizzi, padre biologico di Denise. La donna e la figlia Jessica sono state per anni sospettate di essere coinvolte nella sparizione della piccola Pipitone.
Dalla casa di Anna è però uscito un uomo che rivolgendosi all'inviata di Chi l'ha visto? ha detto "Vi stiamo guardando perché prima o dopo fate una brutta fine". Una minaccia che per qualcuno è il segno che la verità non è molto lontana dall'essere scoperta.