Big e la scena sexy con Tom Hanks: "Oggi sarebbe inconcepibile" dice Elizabeth Perkins

La scena sexy con Tom Hanks nel film Big è stata ricordata da Elizabeth Perkins, la quale ha spiegato che al giorno d'oggi sarebbe inconcepibile.

NOTIZIA di 02/04/2021

Elizabeth Perkins, co-protagonista di Big al fianco di Tom Hanks, ha dichiarato che secondo lei la scena sexy del film di Penny Marshall non potrebbe esistere al giorno d'oggi.

Big
Big: Tom Hanks ed Elizabeth Perkins in una scena del film

A distanza di oltre trent'anni dall'uscita di Big, Elizabeth Perkins è tornata a parlare del film diretto da Penny Marshall in cui ha recitato al fianco di Tom Hanks. L'attrice ha analizzato soprattutto la memorabile scena sexy di lei ed Hanks, spiegando come questa non sarebbe esistita se il film fosse stato girato in questo periodo storico. "Non li vediamo fare sesso, ma io mi tolgo la maglietta e lui mi tocca il seno, poi vediamo la porta dell'ascensore che si apre e Tom ha un grande sorriso stampato sulla faccia", ha detto Perkins a Page Six, aggiungendo: "Non diciamo 'Oh, hanno fatto sesso', ma comunque capiamo che sicuramente si sono divertiti".

Nella commedia del 1988, il protagonista è un adolescente che si ritrova improvvisamente nel corpo di un adulto (Tom Hanks) e successivamente trova un lavoro da sogno a New York e persino una ragazza, interpretata appunto da Elizabeth Perkins. L'attrice 60enne ha dichiarato: "Al giorno d'oggi non l'avrebbero girato affatto. Penso che siamo in un momento storico diverso e, per la cronaca, sono totalmente d'accordo con questo". Perkins ha quindi ammesso: "Se la scena fosse appropriata o meno non era nemmeno una nostra considerazione all'epoca. Non era proprio qualcosa che abbiamo affrontato o discusso. Erano tempi differenti".

La star americana ha poi rivelato che, all'epoca di Big, nessuno coinvolto nel film pensava che questo sarebbe diventato un classico così amato. "In realtà, abbiamo pensato il contrario. C'erano molti film dello stesso genere che stavano uscendo in quel periodo. Penny Marshall, il regista del film, mi ha scelto, ma aveva problemi con il protagonista. Poi, quando Tom è salito a bordo, abbiamo capito che saremmo stati migliori degli altri film e questo grazie a Penny e Tom".