Rex - Un cucciolo a palazzo, la recensione: satira e colore nel film d'animazione nWave Pictures

Rex - Un cucciolo a palazzo, la recensione: Ben Stassen il reuccio dell'animazione 3D europea, ci regala un nuovo esilarante film d'animazione per grandi e piccini.

RECENSIONE di 14/02/2019
Rex Un Cucciolo A Palazzo 3
Rex - Un cucciolo a palazzo: Rex ne ha combinata un'altra delle sue

La nWave Pictures in quanto casa di animazione "minore" ha da sempre l'onere (e l'onore) di tentare di portare sul grande schermo pellicole che siano in grado di destare quantomeno la curiosità del pubblico abituato ormai il più delle volte agli impeccabili prodotti di major come Disney, Pixar e Illumination Entertainment. Non potendo contare su budget illimitati per la "costruzione" dei suoi film d'animazione, da sempre gli studi belga puntano su altro, l'ironia in primis, uscendo quasi sempre vincenti - come nel caso di Bigfoot Junior - dall'annosa sfida con i grandi e inarrivabili competitor.

Rex - Un Cucciolo a Palazzo, diretto dal reuccio dell'animazione in 3D all'Europa Ben Stassen affiancato dal collega Vincent Kesteloot, è l'ultimo film d'animazione made in nWave Pictures, nonché forse il migliore realizzato ad oggi dagli studios, che con questa piccola perla sono riusciti a trovare la giusta via verso il successo e il cuore degli spettatori più esigenti.

Il favorito

Rex Un Cucciolo A Palazzo 4
Rex - Un cucciolo a palazzo: una scena del film d'animazione

Il Rex del titolo della nuova opera di Stassen (più Kesteloot) non è altro che il uno dei Corgi della Regina Elisabetta, il suo preferito, regalatole dal marito Filippo. In quanto "cocco" di sua maestà, Rex è molto invidiato tra gli altri cani di corte almeno fino a quando, complice una liaison politico-sentimentale con la cagnolina di Melania Trump in visita con i padroni a Buckingham Palace, non finisce in un canile. Lontano dalle regali mura del suo "castello", Rex sarà costretto a contare su se stesso dimostrando che non è affatto un caso che proprio lui da sempre è il più amato di Sua Maestà.

Rex Un Cucciolo A Palazzo 6
Rex - Un cucciolo a palazzo: una scena a palazzo reale

Pur non essendo forte, dal punto di vista sia grafico che narrativo, delle peculiarità stilistiche dei prodotti degli studios d'animazione più famosi e talentosi del mondo, Rex - Un Cucciolo a Palazzo è comunque un lungometraggio che visivamente stuzzica la fantasia ed è capace di conquistare l'attenzione di grandi e piccini. La trama, che a onor del vero non va molto oltre il buon incipit di base, veicola con tenacia comunque una serie di insegnamenti dedicati ai più piccoli.

Leggi anche: Ballerina e gli altri: i 10 migliori film d'animazione degli ultimi anni

A suon di satira

Rex Un Cucciolo A Palazzo 9
Rex - Un cucciolo a palazzo: la "Regina" in una scena del film

Se i bambini saranno portati a empatizzare immediatamente con Rex (e soprattutto si innamoreranno della stravagante Wanda), soprattutto quando si vedrà costretto ad abbandonare il suo castello, sono forse gli adulti quelli che apprezzeranno di più le esilaranti avventure del tenero, coraggioso e leale Corgi in quanto la vera chicca di questo lungometraggio d'animazione è la scrittura ricca di sagaci battute e soprattuto gag in perfetto stile slapstick.

Rex Un Cucciolo A Palazzo 7
Rex - Un cucciolo a palazzo: un'immagine del film

Nel regalare un'anima a Rex - Un cucciolo a palazzo, infatti gli sceneggiatori Johnny Smith e Rob Sprackling ne hanno approfittate per aggiungere un po' di pepe alla pellicola attraverso una piccola dose di satira politica, leggerissime battute a sfondo sessuale e qualche citazione, piazzata ad hoc, di grandi cult come Fight Club in un mash-up irresistibile perfetto per una serata in famiglia che non deluderà nessuno.

Movieplayer.it

3.5/5