Oscar 2019: le preferenze di Movieplayer.it, vince Roma di Alfonso Cuaron!

Con la cerimonia degli Oscar 2019 ormai alle porte, scopriamo insieme le preferenze della redazione di Movieplayer.

APPROFONDIMENTO di 22/02/2019
Roma Cuaron2
Roma: una scena del film

L'attesa per gli Oscar 2019 è quasi finita: nella notte italiana tra domenica e lunedì al Dolby Theatre di Los Angeles saranno decretati i vincitori della 91a edizione degli Academy Awards. E come ogni anno, giunti a soli tre giorni dalla cerimonia, è arrivato il momento di svelare le preferenze della redazione di Movieplayer.it
È importante specificare, dunque, che non si tratta in alcun modo di previsioni, ma molto più semplicemente delle nostre preferenze all'interno delle cinquine annunciate ufficialmente a gennaio proprio dall'Academy.

Rispetto al 2017 in cui l'acclamato La La Land si era aggiudicato ben nove statuette, lo scorso anno gli Oscar di Movieplayer erano stati distribuiti in maniera molto più equilibrata, con Il filo nascosto di Paul Thomas Anderson e Dunkirk di Christopher Nolan a spuntarla su tutti gli altri con quattro riconoscimenti a testa. Dal punto di vista prettamente numerico, questa volta la lotta in vetta è stata ancora più serrata: a portarsi a casa il maggior numero di premi (sempre quattro) sono stati infatti ben tre film: Roma di Alfonso Cuarón, La favorita di Yorgos Lanthimos e Vice - L'uomo nell'ombra di Adam McKay. Come vedremo, però, il vero trionfatore è Roma, aggiudicatosi i nostri due Oscar in assoluto più prestigiosi, oltre ad altri due premi di peso. Ma andiamo con ordine e scopriamo insieme i vincitori categoria per categoria.

Leggi anche: Oscar 2019: perché rischia di rivelarsi la peggior cerimonia di sempre

Vice 13
Vice - L'uomo nell'ombra: Christian Bale e Sam Rockwell in una scena

L'affermazione di Roma e Cuarón

Roma Set Alfonso Cuaron Yalitza Aparicio
Roma: Alfonso Cuaron e Yalitza Aparicio in una scena del film

Chi ci segue sa bene fin dal Festival di Venezia dello scorso settembre quanto ci abbia convinto l'ultima fatica dietro la macchina da presa del talentuoso Alfonso Cuarón. Non dovrebbe sorprendervi quindi che il potente, intimo e visivamente magistrale lungometraggio ambientato a Città del Messico abbia avuto la forza di affermarsi allo stesso tempo nelle categorie di miglior film e miglior regia. Nel 2018 Il filo nascosto aveva avuto la meglio su Dunkirk di pochissimi voti, mentre Christopher Nolan si era rifatto aggiudicandosi il premio alla regia. Quest'anno per gli avversari del film di Cuarón non c'è stato davvero nulla da fare: l'affermazione di Roma tra i film è stata netta mentre la preferenza per Cuarón come regista addirittura nettissima, quasi plebiscitaria. L'opera già trionfatrice all'ultimo Festival di Venezia, si è portata a casa con voto pressoché unanime anche il premio per il miglior film straniero e la migliore fotografia (curata dallo stesso regista).

Leggi anche:

Tra gli attori la spuntano Amy Adams e Christian Bale con Vice

Vice Luomo Nellombra
Christian Bale in Vice

Per quanto riguarda gli interpreti i premi Oscar agli attori protagonisti sono stati assegnati in seguito a un testa a testa protrattosi fino all'ultimo voto, con Olivia Colman (La favorita) che ha avuto la meglio di un'incollatura su Glenn Close (The Wife - Vivere nell'ombra) e Christian Bale (Vice - L'uomo nell'ombra) che si è imposto per un soffio su Viggo Mortensen (Green Book). Ben più agevole è stata la corsa di Mahershala Ali (Green Book) e Amy Adams (Vice), che come attori non protagonisti hanno letteralmente sbaragliato la concorrenza, con la Adams probabilmente avvantaggiata dalla contemporanea presenza in nomination di due attrici de La favorita: Emma Stone e Rachel Weisz.

Leggi anche:

Olivia Colman La Favorita

La sceneggiatura, le categorie tecniche, il film d'animazione

BlacKkKlansman: Adam Driver e  John David Washington in una foto del film
BlacKkKlansman: Adam Driver e John David Washington in una foto del film

Il lavoro di Lanthimos, che la nostra redazione ha apprezzato al punto da considerarlo il secondo film più meritevole dell'Oscar dietro Roma, si è rifatto aggiudicandosi il riconoscimento per la migliore sceneggiatura originale, mentre il premio allo script non originale è andato a BlacKkKlansman.
La favorita, pur se di poco, ha inoltre vinto anche nelle categorie della miglior scenografia (per un solo voto, con Roma, Black Panther e First Man - Il primo uomo tutti appena dietro) e dei migliori costumi (con Black Panther è stato un vero e proprio testa a testa).

Leggi anche: Black Panther: la Marvel affonda gli artigli con un film coraggioso e di grande intrattenimento

A Star Is Born Lady Gaga Bradley Cooper3
A Star is Born: Bradley Cooper e Lady Gaga in un'immagine del film

Dopo le vittorie di Christian Bale e Amy Adams, Vice ha ottenuto con largo margine altre due statuette, quella per il miglior montaggio e quella per il trucco e l'acconciatura. A proposito di categorie tecniche, First Man - Il primo uomo di Damien Chazelle si è imposto sia per il sonoro che per il montaggio sonoro, mentre gli effetti speciali sono andati a Ready Player One, la colonna sonora a Black Panther e la canzone, come si poteva facilmente immaginare, al film di Bradley Cooper A Star Is Born. Se Shallow di Lady Gaga non ha avuto rivali lo stesso si può dire per Spider-Man: Un Nuovo Universo, che si è imposto in maniera evidente nonostante una concorrenza di tutto rispetto composta da L'isola dei cani di Wes Anderson, Gli incredibili 2, Ralph Spacca Internet e Mirai.
In attesa di sapere chi vincerà domenica notte e di scoprire quanto i nostri premi collimeranno con quelli assegnati in occasione degli Oscar 2019, non ci resta che lasciarvi qui sotto all'elenco completo delle nostre preferenze.

Leggi anche:

Miglior film

1 Roma

2 La favorita

3 BlacKkKlansman

4 Green Book

5 Vice

6 Black Panther

7 A Star is Born

8 Bohemian Rhapsody

Migliore regia Alfonso Cuarón per Roma

Miglior attore protagonista Christian Bale per Vice - L'uomo nell'ombra

Migliore attrice protagonista Olivia Colman per La favorita

Miglior attore non protagonista Mahershala Ali per Green Book

Migliore attrice non protagonista Amy Adams per Vice - L'uomo nell'ombra

Migliore sceneggiatura originale La favorita

Migliore sceneggiatura non originale BlacKkKlansman

Migliore fotografia Roma

Miglior montaggio Vice - L'uomo nell'ombra

Migliore scenografia La favorita

Migliori costumi La favorita

Migliore colonna sonora originale Black Panther

Migliore canzone originale Shallow (musica e testi di Lady Gaga, Mark Ronson, Anthony Rossomando e Andrew Wyatt) per A Star is Born

Miglior trucco e acconciature Vice - L'uomo nell'ombra

Miglior sonoro First Man - Il primo uomo

Miglior montaggio sonoro First Man - Il primo uomo

Migliori effetti speciali Ready Player One

Miglior film d'animazione Spider-Man: Un nuovo universo

Miglior film straniero Roma