Il Museo Ghibli: più che un museo un viaggio tra la meraviglia e lo stupore

Abbiamo vissuto una giornata speciale al Museo Ghibli di Mitaka (Tokyo), ecco la nostra esperienza tra stupore e meraviglia, in un luogo da sogno per tutti gli amanti del maestro Hayao Miyazaki, del cinema e dell'animazione.

APPROFONDIMENTO di 16/07/2020
Ghibli Museum Ohwjgpb
Museo Ghibli: l'esterno del museo

Un luogo incantato al di fuori del tempo, questo è il Museo Ghibli di Mitaka, una piccola cittadina nella prefettura di Tokyo. Questa definizione vi potrà sembrare esagerata o persino banale, ma credeteci: le sensazioni provate in quel luogo sono uniche e particolari, uno strano mix tra stupore infantile, meraviglia, curiosità e sincera commozione che si fatica veramente a descrivere. Dentro il museo c'è la filosofia di Hayao Miyazaki, un barlume della sua scintilla creativa che vi porta letteralmente in un altra dimensione, vi trasporta in un istante proprio lì, in quel limbo dove i sogni prendono forma, dove il cinema diventa reale e l'animazione da vita a immaginari fantastici, visioni di mondi paralleli frutto di una mente geniale. La struttura è raggiungibile dalla stazione di Mitaka con quindici minuti di cammino, oppure, prendendo il coloratissimo autobus cittadino che riconoscerete per i disegni a tema sulle fiancate, i biglietti vanno prenotati con largo anticipo ed è possibile farlo sia dall'Italia che, se siete pratici della lingua, in Giappone in qualsiasi Lawson.

Le regole del museo

Ghibli Museum 3
Museo Ghibli: le meravigliose scale

Il Ghibli Museum non è una mera esposizione, è prima di tutto un'esperienza visiva, emotiva e sensoriale. Per immergersi completamente in quel magico mondo e godere appieno dell'intera offerta della struttura viene fatto divieto tassativo di scattare foto o utilizzare cellulari e smartphone. Tutto ciò che vedrete e sentirete non dovrà essere in alcun modo filtrato dall'obiettivo di una camera o di un cellulare, il tutto va vissuto in prima persona e impresso nella propria mente lasciandosi guidare dallo stupore. Il museo si articola su tre piani visitabili liberamente nell'ordine che si preferisce, un labirinto di meraviglie che il visitatore può esplorare passando anche più volte per la stessa stanza, salendo e scendendo le meravigliose scale che si inerpicano in diverse direzioni, perché come recita la brochure che vi consegneranno all'entrata "Let's lose our way, together."

Hayao Miyazaki: colori e poesia

Gli ambienti e le esposizioni

Ghibli Museum 2
Museo Ghibli: la saletta per la proiezione dei corti

Potreste tornare cento volte al Museo Ghibli e cento volte trovarlo diverso: oltre alle esposizioni permanenti ha, infatti, delle stanze che ospitano quelle provvisorie che cambiano con cadenze differenti e che garantiscono un'esperienza unica a ogni visita. Passando da una ambiente all'altro, da un'esposizione all'altra, tornando indietro per rivedere qualcosa o procedendo sempre avanti verrete rapiti da quello che è lo spirito del museo, dalla vostra curiosità e ai vostri occhi che domanderanno altre illusioni e curiosità su molti dei film più amati dell'animazione nipponica. All'entrata vi verranno dati dei biglietti validi per la proiezione di un cortometraggio in una piccola saletta all'interno della struttura; gli orari sono fissi e durante la giornata si alternano più titoli, tra i quali potrete sceglierne un soltanto. Unico disagio riscontrato è quello della lingua: le visioni sono in giapponese senza sottotitoli, né in lingua madre né in inglese ma, accettato lo scoglio linguistico, siamo comunque riusciti a comprendere la storia; il cortometraggio al quale abbiamo assistito era adatto anche a bambini estremamente piccoli, come probabilmente anche gli altri in programma, e quindi estremamente semplice da seguire.

Cibo, merchandising e tanto altro

Ghibli Museum 4
Museo Ghibli: un dettaglio della struttura

Se durante il vostro vagare per stanze, esposizioni e scale vi venisse sete o un certo languorino, tranquilli, il museo ha al suo interno un area dove poter mangiar e bere qualcosa. Su una deliziosa terrazza si affacciano infatti ll Café Deck Area e lo Straw Hat Café, due punti ristoro dove poter mangiare cibo a tema o bere qualcosa di caldo o freddo a seconda dei vostri gusti e delle stagioni. Siamo convinti che vi divertirete anche voi a notare tutte le bellissime pietanze che vi verranno proposte: dalla torta a tema Kiki - Consegne a domicilio, Sandwich a tema Porco Rosso o la birra con l'etichetta che richiama Nausicaa e la valle del vento.

Museo Ghibli Foto Terrazza
Museo Ghibli: Una foto della bellissima terrazza

Prima di concludere la visita ci sono ancora due cose che vanno assolutamente fatte: visitare lo shop "MAMMA AIUTO!" (Il cui nome è già è sufficiente a renderlo meraviglioso) e scoprire cosa nasconde il tetto del museo raggiungibile da una suggestiva scala a chiocciola in ferro. Lo Shop è il regno delle meraviglie, preparatevi perché il vostro portafoglio sarà messo a dura prova tra peluche, stampe, action figure, giochi e molto altro tutto a tema film Ghibli, impossibile resistere alle innumerevoli tentazioni. Ultimo luogo che vi consigliamo di visitare, non per importanza ma come ciliegina sulla torta, il tetto dell'edificio, unico luogo in cui è permesso scattare fotografie, totalmente diverso da tutto ciò che avete visto prima, una piccola oasi di pace, uno spazio incantato che riporta a Laputa - Castello nel cielo e che vi lascerà senza fiato.

I 15 migliori film dello Studio Ghibli