L'ombra delle spie in 4K UHD, la recensione: come rivivere le cupe atmosfere della guerra fredda

La recensione de L'ombra delle spie in 4K UHD: bella edizione Eagle a due dischi per la spy-story con Benedict Cumberbatch.

RECENSIONE di 09/11/2021
L Ombra Delle Spie 2
L'ombra delle spie: Benedict Cumberbatch durante una scena

Non ha avuto la fortuna di arrivare nelle sale per le note restrizioni, quest'estate poi è uscito solamente in streaming, ma adesso grazie a Eagle Pictures riceve in homevideo il miglior trattamento con il top del formato video disponibile. Perché come vedremo nella recensione di L'ombra delle spie in 4H UHD, l'intrigante spy-story di Dominic Cooke ispirata alla reale vicenda di una spia britannica durante la Guerra Fredda, interpretata da Benedict Cumberbatch, merita davvero di essere vista nel miglior modo possibile per la capacità di riprodurre le plumbee atmosfere della Guerra fredda.

Il video: la magia del 4K per tornare alle atmosfere della guerra fredda

Spie Cover

L'edizione di punta targata Eagle de L'ombra delle spie contiene due dischi, uno con il video 4K UHD, l'altro in blu-ray con gli extra. Naturalmente, se avete la possibilità del 4K è quello il video che interessa e va nettamente preferito. La più grande qualità delle immagini è quella di far letteralmente piombare lo spettatore delle cupe e angoscianti atmosfere della Guerra fredda: pertanto non bisogna aspettarsi immagini taglienti, ma la resa generale, sublime per la fedeltà alla fotografia, è quella di un quadro piuttosto morbido, con toni soft e tonalità soffuse, a tratti un croma desaturato che fa tanto anni Sessanta. Ma in questo contesto il dettaglio c'è tutto, è fine e delicato, basta vedere i volti tesi dei protagonisti o le ambientazioni teatro della vicenda. Soprattutto negli interni, spesso inondati di una luce giallastra, la sensazione vintage è notevole, ma questo non toglie smalto a un quadro nel quale i particolari riescono a emergere sempre con puntualità e precisione.

L'audio: la capacità di valorizzare anche gli effetti sonori più lievi

Spiescena
L'ombra delle spie: una scena del film

L'audio è proposto nella traccia DTS HD Master Audio 5.1, presente sia per l'italiano che per l'originale inglese. Il film non presenza sicuramente situazioni dove il reparto è messo a dura prova e per la maggior parte tutto avviene sull'asse frontale, ma la qualità dell'audio si nota proprio perché l'ascolto è sempre molto ricco anche in presenza di effetti leggeri. Da Londra alle stanze del Kgb, dagli appuntamenti commerciali alla casa del protagonista, dagli hotel alle chiacchierate nei locali, non ci sono mai scene piatte sul piano sonoro, ma si percepisce sempre la presenza di un contesto molto curato, con effetti ben dislocati anche se ovviamente nella traccia originale si possono apprezzare maggiormente le interpretazioni. Poi ci sono anche alcuni momenti più vivaci, come l'esecuzione di una spia o il rombo di un'auto, in cui anche il sub assicura un certo impatto. Corposa e avvolgente anche la resa della colonna sonora di Abel Korzeniowski.

L'ombra delle spie, la recensione: Cara, vecchia spy-story...

Gli extra: un interessante making of di 30 minuti

L Ombra Delle Spie 3
L'ombra delle spie: Benedict Cumberbatch in una scena

Di extra purtroppo ce n'è solamente uno, ma almeno è corposo e ben curato. Il making of presente infatti dura ben 30 minuti, e non è la solita banale carrellata promozionale. Oltre alla solita carrellata di interventi di cast e troupe a partire dal protagonista Benedict Cumberbatch, ci sono infatti parecchi approfondimenti interessanti sulla storia vera, la trasposizione sul grande schermo, lo stile e la chiave per riprodurre quell'epoca, che ne fanno un contributo mai banale e con materiale da apprezzare.

Conclusioni

Per completare la recensione de L’ombra delle spie in 4K UHD, non si può far altro che ringraziare Eagle per aver proposto il film con Benedict Cumberbatch anche nella versione video più performante, capace di riprodurre in modo suggestivo le atmosfere della guerra fredda e ripagare l’assenza dalle sale della spy story ispirata a una storia vera. Anche l’audio è molto curato mentre il making of presente è di livello superiore alla media.

Movieplayer.it

4.0/5

Perché ci piace

  • Il video 4K ha il pregio di essere fedele alla fotografia e replica le atmosfere della guerra fredda.
  • Il dettaglio è fine e delicato nonostante una sensazione di morbidezza dovuta al girato.
  • L’audio è curato e attento a replicare anche le sonorità più leggere.
  • Il making of è interessante e ben realizzato.

Cosa non va

  • Qualche extra in più sarebbe stato opportuno.