Formula 1: Drive to Survive 3, recensione: Netflix e la corsa contro il virus

La recensione della terza stagione di Formula 1: Drive to Survive, la docuserie Netflix che per l'occasione parla di un'annata segnata dalla pandemia.

RECENSIONE di 19/03/2021
Formula 1 Drive To Survive 3 06
Formula 1 - Drive to Survive 3: un'immagine della terza stagione

Mentre scriviamo la recensione di Formula 1: Drive to Survive 3, la nuova stagione dell'acclamata docuserie di Netflix, è inevitabile ritornare con la mente a un anno fa, quando debuttava la seconda annata e proprio in quei giorni (parliamo di fine febbraio 2020) si cominciava a temere che il Coronavirus potesse fare danni seri a livello mondiale. Ed è una realtà che la serie è costretta ad affrontare di petto, per ovvie ragioni contenutistiche: la stagione 2020 del campionato di Formula Uno, prevista tra marzo e dicembre, è stata posticipata al mese di luglio, con alcune corse effettuate senza pubblico e altre con misure di sicurezza dettate dall'emergenza sanitaria. Una realtà drammatica, ma che a suo modo, complice uno scherzo del destino, ha giovato allo show: dato che il suo scopo primigenio è quello di mostrare i retroscena del campionato, senza particolari censure (solo la prima annata fu leggermente penalizzata dal rifiuto di partecipazione da parte di Ferrari e Mercedes), una svolta epocale come questa è linfa vitale sul piano drammaturgico. N.B. La recensione si basa sulla visione in anteprima della stagione completa.

La giusta distanza

Formula 1 Drive To Survive 3 01
Formula 1 - Drive to Survive 3: un'immagine dai box

La terza stagione di Formula 1: Drive to Survive mantiene il contatto ravvicinato con i protagonisti della Formula Uno, seppure nei limiti concessi dal COVID-19: dopo un primo episodio che racconta i primi indizi di ciò che sta per abbattersi sul campionato, già il secondo inizia ad affrontare l'argomento con serietà mista a occasionale ironia, con l'incipit che mostra Christian Horner in viaggio e con la battuta pronta: "Buongiorno, Netflix! Mi raccomando, due metri di distanza." Il pericolo è dietro l'angolo, l'intero campionato a rischio, e le telecamere sono sempre pronte a catturare i momenti di vulnerabilità, pur non rinunciando alla missione primaria di documentare, senza toni prevalentemente agiografici da un lato o accusatori dall'altro, l'epopea di uno degli eventi sportivi più amati e seguiti nel mondo. Un'epopea costretta a reinventarsi radicalmente alla luce dei drammatici eventi che hanno travolto l'Europa e il resto del pianeta nel corso del 2020, cambiando la nostra concezione di ciò che significa essere un animale sociale, per dirla come Aristotele.

Formula 1: Drive to Survive 2, recensione: il campionato del 2019 su Netflix

Una formula che si evolve in continuazione

Formula 1 Drive To Survive 3 03
Formula 1 - Drive to Survive 3: una terrificante scena della docuserie

Come l'evento che copre, anche la serie deve adattarsi in continuazione, a volte a un ritmo sfrenato, come accaduto lo scorso anno quando è stato necessario raccontare un lutto nel mondo delle corse automobilistiche. Quest'anno la situazione è ancora più complessa, e ne fuoriesce la stagione più interessante sul piano teorico, poiché in questo caso la sovrapposizione tra l'argomento e il documentario è totale, dovendosi entrambi abituare a un mondo che non ammette più certe cose che si davano per scontate. Il drive to survive (magnifico doppio senso che allude alla guida ma anche all'istinto di sopravvivenza) è particolarmente evidente in questi dieci episodi, con entrambe le parti che devono giustificare la loro esistenza in un contesto pandemico che ha capovolto tutto, sport e intrattenimento compresi.

Formula 1 Drive To Survive 3 04
Formula 1 - Drive to Survive 3: una scena della terza stagione

È una lotta dura ma anche divertente (lo humour autoironico dello show, particolarmente accentuato lo scorso anno con diverse frecciatine nei confronti di Netflix, è presente anche in questa sede, per sdrammatizzare), e vederla sullo schermo restituisce un ritratto mirato ma al contempo universale di un mondo che è cambiato profondamente negli ultimi mesi. E alla fine si intuisce che nulla potrà fermare queste squadre, già pronte a tornare in pista per un'annata "normale" (condizioni sanitarie permettendo, il campionato 2021 inizierà tra pochi giorni, il 28 marzo, e il numero previsto di gare è pari a quello di un anno senza problemi). E Netflix sarà nuovamente lì per documentare il tutto, a debita distanza.

74 serie TV da guardare su Netflix - Lista aggiornata a marzo 2021

Conclusioni

Chiudiamo la recensione di Formula 1: Drive to Survive 3, la terza stagione che trasforma la docuserie di Netflix in ritratto avvincente di un mondo trasformato dalla pandemia. Humour, pathos e suspense sono nuovamente parte del menù, per raccontare un'annata fuori dal comune per i grandi nomi della Formula Uno.

Movieplayer.it

4.0/5

Perché ci piace

  • La fattura tecnica rimane ineccepibile, anche con le restrizioni legate alla pandemia.
  • La realtà del 2020 aggiunge un che di particolarmente drammatico.
  • Le personalità coinvolte sono sempre interessanti.

Cosa non va

  • Sconsigliato a chi preferisce dimenticare il 2020.