Fury

2014, Guerra

Boxoffice Italia: Fury supera San Andreas

Il film di David Ayer con un grande Brad Pitt conquista la fetta più larga di pubblico italiano durante il nostro rovente fine settimana, facendo perdere una posizione a San Andreas e a Youth - La giovinezza.

Tona sotto i riflettori il cinema bellico: il regista David Ayer che ci aveva regalato un vivido, toccante e sconvolgente ritratto di un sodalizio virile in End of Watch, porta i suoi temi su una scala più vasta in Fury, che racconta la storia di un manipolo di soldati americani a bordo di un tank nel cuore della Germania nazista sull'orlo della resa, e offre un ruolo maiuscolo a Brad Pitt, già antinazista acclamato in Bastardi senza gloria. Pur essendo decisamente più convenzionale del film di Quentin Tarantino, Fury è un buon film che ha conquistato un certo interesse in un fine settimana in cui qualche temporale sembra aver scoraggiato i vacanzieri, laureandosi film più visto del weekend tricolore.

Perde la vetta dunque San Andreas, decisamente in caol rispetto allo scorso settimana, così come Youth - La giovinezza di Paolo Sorrentino, al terzo posto. New entry senza scosse - al quarto, quinto e settimo posto della top ten - quelle di Insidious 3 - L'Inizio, Colpa delle stelle e Le Regole del Caos.

Box office week-end


1
1

Fury


2014
  • Incasso weekend: 960,964 € ( 480 sale )
  • Incasso totale: 1,565,010 € ( 1 settimane )
2
2

San Andreas


2015
  • Incasso weekend: 367,842 € ( 402 sale )
  • Incasso totale: 1,940,704 € ( 2 settimane )
3
3

Youth - La giovinezza


2015
  • Incasso weekend: 344,992 € ( 457 sale )
  • Incasso totale: 5,025,093 € ( 3 settimane )

Boxoffice Italia: Fury supera San Andreas
La guerra sullo schermo: i 15 migliori film e miniserie bellici degli ultimi anni
Fury e gli altri film di guerra: ne parliamo a MovieplayerLive
Privacy Policy