Noi siamo tutto

2017, Drammatico

Nick Robinson su Noi siamo tutto: “Le storie d’amore da fiaba non esistono”

Intervista a Nick Robinson, protagonista maschile di Noi siamo tutto, film ispirato all'omonimo romanzo di Nicola Yoon, nelle sale italiane dal 21 settembre. L'attore ci racconta perché non si sente un principe e non è nel sequel di Jurassic World.

Noi siamo tutto: Amandla Stenberg e Nick Robinson in un momento del film

In un mondo cui tutto è sempre più digitalizzato, il contatto fisico sembra quasi un evento: per Maddy (Amandla Stenberg), affetta da SCID, una grave forma di immunodeficienza, è pura utopia, dato che un semplice raffreddore potrebbe ucciderla. Chiusa nella sua casa, una splendida prigione di vetro dalle enormi finestre, la ragazza, ormai diciottenne, non è mai uscita all'aperto. Grazie a internet Maddy ha uno specchio sul mondo esterno, ma, quando nella casa di fronte arriva Olly, suo coetaneo dall'aria tenebrosa, tutto cambia: il desiderio di uscire diventa impellente.

Leggi anche: Noi siamo tutto: l'amore ai tempi della malattia

Tratto dall'omonimo romanzo di Nicola Yoon, Noi siamo tutto, nelle sale italiane dal 21 settembre, mette in scena una favola moderna, una sorta di Rapunzel con i cellulari. A interpretare il protagonista maschile è Nick Robinson, già visto in Jurassic World e Boardwalk Empire - L'impero del crimine: abbiamo incontrato l'attore in Costiera Amalfitana, dove ci ha spiegato perché le favole non rispecchiano le storie d'amore reali e detto come mai non sarà nel nuovo capitolo della saga di Jurassic Park.

Leggi anche: Dalla pagina allo schermo: 15 grandi romanzi ancora in attesa di arrivare al cinema

Principi e principesse: modelli superati

Noi siamo tutto: Amandla Stenberg e Nick Robinson in una scena del film

La protagonista nel film dice: "Non sono una principessa" e Olly le risponde: "Bene, perché non sono un principe": è una battuta interessante, perché oggi si discute molto sul ruolo di principi e principesse e di come non siano più dei buoni modelli, secondo Robinson, che sottolinea, a sua volta non si sente un principe: "Nessuno è perfetto: credo che l'idea sia quella. La storia d'amore perfetta non esiste: tutta quella cosa del c'era una volta è una fantasia. Credo che entrambi i personaggi siano consapevoli di questo: tutti e due hanno problemi, ma essere innamorati li aiuta ad accettarli. Penso che si dicano questo quando affermano: non sono un principe e non sono una principessa".

Leggi anche: Io prima di te: quando la chimica tra gli interpreti è tutto

Non si scherza con la malattia

Noi siamo tutto: Amandla Stenberg in un'immagine del film

La protagonista di Noi siamo tutto è una ragazza con problemi di salute: nella società di oggi la malattia è ancora qualcosa che non è vista di buon occhio e questo film potrebbe aiutare gli adolescenti, soprattutto quelli che soffrono a causa di una malattia, ad accettarsi. Robinson però ci ha confessato di non essere sicuro che il film abbia questa forza: "Eravamo sotto pressione soprattutto per rendere al meglio la storia scritta da Nicola Yoon, che ha fatto un ottimo lavoro. Volevamo rendere al meglio i personaggi. Per quanto riguarda l'aspetto della malattia non credo che abbiamo fatto un buon lavoro nel riportare cosa voglia dire avere davvero la SCID: infatti la Fondazione per la ricerca sulla SCID si è dissociata dal film. Rendere i personaggi al meglio è stata una grande preoccupazione".

Leggi anche: Gli opposti che si attraggono: 15 coppie televisive agli antipodi

Jurassic World: non è un parco per ragazzini

Noi siamo tutto: Nick Robinson in una scena del film

Infine abbiamo chiesto all'attore una piccola curiosità: su Imdb il suo nome non è nel cast del nuovo Jurassic World: perché? "Non muoio nella prima scena sbranato da un velociraptor, anche se sarebbe divertente! Non l'ho fatto perché credo che non volessero continuare con la linea narrativa dei ragazzi: l'hanno seguita già per quattro film e hanno deciso di esplorare direzioni diverse. Non sono sicuro di come sarà, ma sarà una storia diversa: niente più ragazzi che si perdono e adulti che vanno a cercarli. Credo volessero fare qualcosa di nuovo".

Leggi anche: Le 15 migliori serie TV della nostra (e vostra) adolescenza

La nostra intervista a Nick Robinson

Nick Robinson su Noi siamo tutto: “Le storie...
Noi siamo tutto: l’amore ai tempi della malattia
Dalla pagina allo schermo: 15 grandi romanzi ancora in attesa di arrivare al cinema
Privacy Policy