Golden Globe 2017: le previsioni sui vincitori nelle categorie cinematografiche

Sta per arrivare uno degli appuntamenti più attesi e importanti della awards season americana: la cerimonia per la 74° edizione dei Golden Globe. Nell'attesa, anche quest'anno vi proponiamo i nostri pronostici sui più probabili vincitori e i possibili sfidanti nelle varie categorie, con La La Land e Moonlight in prima linea.

Nella notte fra domenica e lunedì, la awards season americana celebrerà una delle sue tappe più importanti: a Beverly Hills, con Jimmy Fallon nelle vesti di "maestro delle cerimonie", andrà in scena la 74° edizione dei Golden Globe, gli ambitissimi trofei assegnati ai film e alle produzioni televisive da circa novanta giornalisti delle più diverse nazionalità, membri della prestigiosa Hollywood Foreign Press Association.

Moonlight: un primo piano di Ashton Sanders

Quest'anno, ad aver ricevuto il pieno di candidature nell'ambito del cinema sono stati il romantico musical La La Land, sontuoso omaggio alla Hollywood classica, con sette nomination (e la possibilità di scrivere un autentico record: ne riparleremo più avanti), e Moonlight, racconto di formazione di un ragazzo afroamericano omosessuale, con sei nomination, mentre il Cecil B. DeMille Award alla carriera renderà omaggio all'inarrivabile Meryl Streep. E come negli anni scorsi, anche adesso è giunto il momento di lanciarci nei pronostici sui potenziali vincitori di domenica notte, aspettando di scoprire se le preferenze dei giurati dei Golden Globe avranno confermato i presunti frontrunner dell'attuale "stagione dei premi" o se ci riserveranno sorprese e colpi di scena.

Leggi anche:

Miglior Canzone

La La Land: Emma Stone e Ryan Gosling si guardano intensamente in una scena del film

Con un unico brano in lizza per il premio alla miglior canzone (agli Oscar potrebbe avere addirittura maggior fortuna), La La Land ha ottime chance di conquistare in questa categoria uno dei suoi primi premi della serata: la dolcissima City of Stars è il brano portante del musical dell'anno ed è il titolo su cui puntare per il Golden Globe.
Un pezzo che potrebbe però tentare il sorpasso e aggiudicarsi il trofeo è la canzone tema del nuovo classico Disney, How Far I'll Go: che Oceania riesca a strappare il premio a La La Land? Difficile, ma non impossibile.

Pronostico: City of Stars, da La La Land (Runner-up: How Far I'll Go, da Oceania)

Miglior Colonna Sonora

La La Land: Emma Stone e Ryan Gosling insieme nella prima immagine del film

Il compositore islandese Jóhann Jóhannsson si è già visto escludere dalla competizione per l'Oscar, ma l'emozionante colonna sonora da lui composta per Arrival potrebbe comunque fargli conquistare il secondo Golden Globe della sua carriera; più probabile, tuttavia, che questo premio venga assegnato a Justin Hurwitz per la travolgente soundtrack di La La Land, decisamente avvantaggiato dalla propria natura di film musicale.

Pronostico: Justin Hurwitz, La La Land (Runner-up: Jóhann Jóhannsson, Arrival)

Miglior Film d'Animazione

Zootropolis: un'immagine tratta del film animato

Fra le produzioni americane nel campo dell'animazione per il 2016, sono i due titoli che hanno goduto del maggior consenso da parte della critica: si tratta di Zootropolis della scuderia Disney, molto più apprezzato rispetto al rivale 'interno' Oceania, e di Kubo e la spada magica, quarto lungometraggio targato Laika. Che Davide riesca a sconfiggere Golia, oppure la Disney metterà a segno il suo nono Golden Globe in questa categoria? Le chance in favore di Zootropolis sono elevatissime, ma non è da escludere la possibilità di una sorpresa.

Pronostico: Zootropolis (Runner-up: Kubo e la spada magica)

Leggi anche: Golden Globes: cinque grandi sorprese e cinque esclusioni delle nomination 2017

Miglior Film Straniero

Toni Erdmann: Sandra Hüller e Peter Simonischek in una scena del film

Fra i cinque titoli in gara per il Golden Globe, soltanto due potremmo ritrovarli in corsa anche per l'Oscar: la commedia tedesca Vi presento Toni Erdmann e il dramma iraniano Il cliente. Nella sfida per il Golden Globe, al contrario, i due titoli appena citati dovranno vedersela con la concorrenza spietata del sofisticato biopic cileno Neruda e soprattutto del sorprendente thriller francese Elle (la Francia è presente anche con il dramma di Netflix Divines). Davvero difficile individuare un reale favorito, ma in quella che si preannuncia come una lotta serratissima il nostro pronostico va in favore di Vi presento Toni Erdmann, con Elle (premiato con il Critics Choice Award) come il suo rivale più accreditato, come indica pure la presenza della fenomenale Isabelle Huppert fra le candidate come miglior attrice di dramma.

Pronostico: Vi presento Toni Erdmann (Runner-up: Elle)

Miglior Sceneggiatura

Manchester by the Sea: Casey Affleck e Michelle Williams in una scena del film

È forse - forse - l'unica categoria in cui La La Land non dovrebbe raccogliere un numero particolarmente alto di voi, lasciando campo libero al duello tra i due film drammatici più elogiati dalla critica americana.
Kenneth Lonergan e Barry Jenkins dovrebbero spartirsi infatti i maggiori consensi per il Golden Globe alla sceneggiatura rispettivamente grazie a Manchester by the Sea e Moonlight, ma per la vittoria noi puntiamo con pochi dubbi su Manchester by the Sea.

Pronostico: Kenneth Lonergan, Manchester by the Sea (Runner-up: Barry Jenkins, Moonlight)

Miglior Attrice Supporter

Barriere: Viola Davis in una scena del film

Può già iniziare a provare il suo discorso di ringraziamento Viola Davis, che salvo brutte sorprese dovrebbe portarsi a casa il primo Golden Globe della propria carriera grazie alla sua applauditissima prova nel dramma Barriere.
Poche o nessuna speranza per le altre candidate, fra cui quelle che hanno collezionato il maggior numero di riconoscimenti ai precursors sono state Michelle Williams per Manchester by the Sea e Naomie Harris per Moonlight.

Pronostico: Viola Davis, Barriere (Runner-up: Michelle Williams, Manchester by the Sea)

Leggi anche: Golden Globe: le 10 vittorie più bizzarre e sorprendenti nella storia del premio

Miglior Attore Supporter

Moonlight:una delle primissime immagini disponibili del film

In questa categoria, la quasi totalità dei voti dovrebbe ripartirsi fra due candidati che sembrano svettare sopra gli altri: il veterano Jeff Bridges per Hell or High Water e Mahershala Ali per Moonlight.
L'esito di questo duello è tutt'altro che scontato, con Bridges che può contare sulla propria statura leggendaria (un fattore tenuto in altissima considerazione dalla Hollywood Foreign Press Association). Pur nella complessiva incertezza, comunque, il nostro pronostico va a favore di Mahershala Ali, che sta facendo piazza pulita ai precursors.

Pronostico: Mahershala Ali, Moonlight (Runner-up: Jeff Bridges, Hell or High Water)

Miglior Attrice di Commedia

La La Land: Emma Stone in un momento del film

Una categoria di altissimo livello, quest'anno, con Emma Stone lanciata verso la vittoria per la sua performance in La La Land, con un formidabile connubio fra recitazione, danza, canto e presenza scenica.
Le sue principali rivali possono già vantare ben due Golden Globe a testa conquistati di recente in questa stessa categoria: Meryl Streep, in lizza per Florence (e pronta a ricevere il Golden Globe alla carriera), e Annette Bening, candidata per 20th Century Women. La Bening in particolare dovrebbe ricevere un cospicuo numero di voti per un'interpretazione adorata dalla critica, ma la Stone rimane la favorita per la vittoria.

Pronostico: Emma Stone, La La Land (Runner-up: Annette Bening, 20th Century Women)

Miglior Attore di Commedia

La La Land: Ryan Gosling in un momento del film

Se alla distribuzione Bleecker Street fossero stati più lungimiranti, Captain Fantastic sarebbe stato proposto ai Golden Globe fra le commedie e oggi parleremmo di un duello all'ultimo voto fra Viggo Mortensen e Ryan Gosling.
Invece, con Mortensen dirottato fra gli attori di dramma, Gosling non dovrebbe avere troppe difficoltà a conquistare il premio come miglior attore di commedia. Suo unico ostacolo, ma da non sottovalutare: Hugh Grant, forte di una popolarità pluridecennale e del consenso dimostrato dalla Hollywood Foreign Press Association nei confronti di Florence.

Pronostico: Ryan Gosling, La La Land (Runner-up: Hugh Grant, Florence)

Miglior Attrice di Dramma

Jackie: un bel primo piano di Natalie Portman

In molti considerano pressoché scontata la vittoria di Natalie Portman in questa categoria: ma per quanto i pronostici siano senz'altro in suo favore, e il suo ritratto di Jackie Kennedy nel biopic Jackie costituisca una prova da standing ovation, non è da escludere la possibilità di una sorpresa. La sorpresa in questione sarebbe Amy Adams, molto amata dalla Hollywood Foreign Press Association e galvanizzata dal vastissimo successo di Arrival, che negli USA ha oltrepassato i novanta milioni di dollari: una vittoria della Adams, per quanto non molto probabile, è tutt'altro che impossibile, e nel caso la lancerebbe in testa anche nella corsa all'Oscar. Ciò detto, la nostra previsione dà comunque la Portman vincente.

Pronostico: Natalie Portman, Jackie (Runner-up: Amy Adams, Arrival)

Leggi anche: Natalie Portman e Pablo Larrain: "La nostra Jackie è la più sconosciuta delle conosciute"

Miglior Attore di Dramma

Manchester-by-the-Sea: Casey Affleck in una scena del film

Come sopra: Casey Affleck è considerato l'inarrestabile frontrunner per il premio come miglior attore, ma anche Denzel Washington gode di un ampio numero di sostenitori, e la sua applauditissima interpretazione in Barriere potrebbe portarlo a un più che ipotizzabile sorpasso in questa categoria.
Noi comunque puntiamo sul Golden Globe ad Affleck, anche in virtù della maggiore popolarità di Manchester by the Sea fra i membri della Hollywood Foreign Press Association, ma rimane ampio spazio per una sorpresa.

Pronostico: Casey Affleck, Manchester by the Sea (Runner-up: Denzel Washington, Barriere)

Miglior Regista

Venezia 2016: Damien Chazelle ed Emma Stone sul red carpet

Se Kenneth Lonergan ha molte più chance di essere premiato come sceneggiatore che non come regista, il vero duello in questa categoria si consumerà fra Damien Chazelle per La La Land e Barry Jenkins per Moonlight, i quali finora si sono spartiti quasi tutti i precursors per la miglior regia. I membri della Hollywood Foreign Press Association potrebbero puntare in entrambe le direzioni, e un eventuale trofeo a Jenkins (regista nero, semiesordiente e legato al cinema indie) avrebbe anche un implicito valore 'politico', ma il vento in poppa per La La Land sembra essere troppo forte per ipotizzare una mancata vittoria di Chazelle.

Pronostico: Damien Chazelle, La La Land (Runner-up: Barry Jenkins, Moonlight)

Miglior Commedia/Musical

La La Land: un'immagine dalla scena musicale iniziale

Davvero nessuna suspense in questa categoria: per quanto Sing Street, 20th Century Women e soprattutto Florence possano vantare parecchi sostenitori (mentre l'inclusione di Deadpool rimane fonte di grandi perplessità), La La Land coronerà con il Golden Globe come miglior commedia/musical una serata da incorniciare, che potrebbe portare il film di Damien Chazelle a un record assoluto: se infatti le nostre previsioni si riveleranno azzeccate La La Land arriverebbe a un totale di ben sei trofei, eguagliando così il record di vittorie condiviso finora da Lawrence d'Arabia, Qualcuno volò sul nido del cuculo e Fuga di mezzanotte. In ogni caso, prepariamoci al trionfo del romanticissimo musical con la coppia Gosling/Stone.

Pronostico: La La Land (Runner-up: Florence)

Leggi anche: La La Land: la vita non è un musical

Miglior Film Drammatico

Manchester by the Sea: Lucas Hedges e Casey Affleck in una scena del film

Se il precedente Golden Globe è già sotto ipoteca, la vera suspense arriverà nel versante drammatico: è qui che si combatterà infatti la sfida più attesa, con una gara dall'esito incertissimo tra il dramma familiare Manchester by the Sea e il coming of age in tre atti Moonlight (con La battaglia di Hacksaw Ridge, Hell or High Water e Lion - La strada verso casa a fare da semplici spettatori, com'è giusto che sia). Entrambe le pellicole hanno il pieno sostegno della critica e un alto numero di candidature, dunque non è facile individuare un frontrunner: la nostra sensazione è che il film di Kenneth Lonergan, forse perché più 'tradizionale', potrebbe avere qualche chance in più, ma alla vigilia della premiazione la sfida è davvero too close to call.

Pronostico: Manchester by the Sea (Runner-up: Moonlight)

Leggi anche: Manchester by the Sea: tragedia e guarigione in New England

Golden Globe 2017: le previsioni sui vincitori...
Golden Globes: cinque grandi sorprese e cinque esclusioni delle nomination 2017
Golden Globe: le 10 vittorie più bizzarre e sorprendenti nella storia del premio
Privacy Policy