Valentina Angotti: l'incredibile connessione con l'omicidio di un ex calciatore

Il caso del tentato omicidio di Valentina Angotti si intreccia con quello dell'omicidio del calciatore Andrea La Rosa, solo uno dei due poteva sopravvivere a questa incredibile storia.

NOTIZIA di 31/10/2020

Valentina Angotti è stata la centro di un incredibile fatto di cronaca nera connesso alla morte del calciatore Andrea La Rosa: nel piano criminale di Raffaele Rullo e di sua madre Antonietta Biancaniello solo uno dei due poteva rimanere vivo.

La messinscena del suicidio di Valentina Angotti

Insulina

Valentina Angotti ha 35 anni e due figli quando viene soccorsa dagli uomini del 118 e salvata miracolosamente dopo aver provato a suicidarsi. La donna viene portata in un ospedale di Milano ma al suo risveglio non ricorda nulla: né il tentato suicidio né i motivi che l'avrebbero spinta a questo gesto estremo. Valentina, secondo le analisi del sangue, ha assunto delle benzodiazepine e ha i livelli di glicemia molto bassi. Le forze dell'ordine archiviano l'inchiesta come tentato suicidio.

Il piano di Raffaele Rullo e Antonietta Biancaniello

Raffaele Rullo Antonietta Biancaniello
Raffaele Rullo con sua madre Antonietta Biancaniello

Solo in seguito, indagando sulla morte del calciatore Andrea La Rosa, gli inquirenti scoprono che Valentina Angotti non ha mai tentato il suicidio: sono stati il marito Raffaele Rullo e la madre Antonietta Biancaniello a cercare di assassinarla. I due complici avevano messo in piedi il finto suicidio della Angotti per incassare il premio dell'assicurazione che Raffaele aveva intestato alla moglie e che aveva come beneficiari l'uomo e la madre. I due avrebbero incassato una somma di 150mila euro sia in caso di morte naturale che di suicidio di Valentina.
Lo scenario descritto dagli inquirenti è inquietante: Raffaele e la suocera mandano in coma Valentina iniettandole una dose di insulina, poi l'adagiano nella vasca e le tagliano le vene. Poco dopo Antonietta chiama il 118 per chiedere soccorso dicendo di essere arrivata a casa del figlio e aver trovato la nuora con le vene tagliate nel bagno. I soccorsi arrivano poco dopo, la donna si salva perché la massiccia dose di medicinali assunta ha rallentato il flusso del sangue e l'emorragia.

La testimonianza di Valentina Angotti in tribunale

Roberta Petrelluzzi
Roberta Petrelluzzi, conduttrice di Un giorno in pretura

In aula Valentina Angotti ha detto di non aver mai saputo dell'esistenza delle polizze finché suo marito non è stato arrestato. Davanti ai giudici, come riportato da Il Giorno, ha raccontato: "Non ho mai pensato di suicidarmi anche se in quel periodo ero molto stanca e stressata Per questo, ho creduto al racconto di mio marito e di mia suocera". Parlando della suocera ha dichiarato ai giudici: "Biancaniello non è mai venuta a trovarmi in ospedale, ma una sera a cena mi disse che quella mattina era venuta a casa mia e che mi aveva trovata svenuta in bagno, con le vene tagliate".

L'omicidio del calciatore Andrea La Rosa

Andrea La Rosa
Il calciatore Andrea La Rosa

A questo punto la storia di Valentina Angotti si intreccia con quella di Andrea La Rosa: l'ex calciatore è stato ritrovato cadavere in un fusto di benzina nel bagagliaio dell'auto della Biancaniello nel dicembre 2017. Gli inquirenti ritengono che se il finto suicidio di Valentina Angotti fosse andato a buon fine Andrea sarebbe ancora vivo.
Secondo quanto accertato dalle indagini e dalle intercettazioni ambientali Raffaele Rullo spende il ricavato delle sue truffe in escort e una di queste gli presenta Andrea La Rosa. I due entrano in confidenza e l'ex calciatore presta a Raffaele 30mila euro. Quando La Rosa chiede la restituzione del prestito Rullo si rifiuta di saldare il debito e lo uccide. Raffaele e la madre organizzano una trappola a casa di Antonietta, narcotizzano Andrea, lo feriscono alla gola e dopo lo mettono dentro un bidone di gasolio e ci buttano dentro dell'acido le cui esalazioni uccidono l'ex calciatore

Le sentenze

Raffaele Rullo Antonietta Biancaniello Tribunale
Antonietta Biancaniello e suo figlio Raffaele Rullo in tribunale

Raffaele Rullo e la madre Antonietta Biancaniello sono stati condannati all'ergastolo per l'omicidio di Andrea La Rosa. La procura ha fatto ricorso chiedendo per madre e figlio l'isolamento diurno. Inoltre i due sono stati condannati a quattro anni per il tentato omicidio di Valentina Angotti.

I dubbi su Valentina Angotti

Fusto Andrea La Rosa
Il fusto dove è stato trovato il cadavere di Andrea La Rosa

Valentina Angotti, secondo l'avvocato di Raffaele Rullo sapeva tutto dell'omicidio di Andrea La Rosa e avrebbe addirittura manipolato il marito. Nelle intercettazioni riportate da Il Giorno si sente la donna dire al marito: "Ti scegli i collaboratori sbagliati per i tuoi affari come la Darla, la prima z... che hai trovato in strada la porti a cena, le fai i regali, le apri un negozio e le fai fare l'estetista, e non basta lei, adesso questa storia dei carabinieri che ti chiamano 30 volte, ma io ammazzo te perché sei un c..." e ancora "No no, è diverso, non è questione di essere rammolliti, non che vuoi stare con me, tu lo sai che io continuo a vedere un altro e me ne frego di te e del resto della tua famiglia. Io la prossima che fai tu, perché purtroppo pensi e non devi pensare ... io ti accoltello davanti ai bambini perché così gli rimane un brutto ricordo del padre. Tu vai fuori dai c... perché io un uomo me lo compero quando voglio hai capito? Qui tra noi l'amore non c'entra un c... io sono un mostro vedi come mi trasformo".
Valentina Angotti non è mai stata indagata ed è ritenuta dagli inquirenti estranea ai fatti.