Natalie Wood subì un'aggressione sessuale da Kirk Douglas, svela la sorella dell'attrice

La sorella di Natalie Wood ha rivelato una presunta aggressione sessuale subita dall'attrice nel 1955 da parte di Kirk Douglas.

NOTIZIA di 04/11/2021

Per decadi si è trattato di uno dei rumors più oscuri di Hollywood: nel 1955 Natalie Wood sarebbe stata aggredita sessualmente da una star di serie A più grande di lei. Adesso, la sorella dell'attrice ha rivelato il nome del presunto violentatore: Kirk Douglas.

la bella Natalie Wood in una scena di West Side Story
la bella Natalie Wood in una scena di West Side Story

Ebbene sì, come riportato da The Guardian, la sorella dell'attrice ha accusato Kirk Douglas di aver violentato una appena 17enne Natalie Wood in un hotel di Los Angeles. Nel memoir Little Sister, Lana Wood ha scritto: "Ricordo che Natalie era particolarmente bella quando io e mamma l'abbiamo lasciata quella notte all'ingresso del Chateau Marmont". L'incidente sarebbe avvenuto nell'estate del 1955, nel periodo in cui Natalie Wood stava girando Sentieri Selvaggi.

L'incontro era stato organizzato dalla loro madre, Maria Zakharenko, che pensava che "molte porte si sarebbero potute aprire per lei" grazie ad un cenno di Douglas. La sorella minore di Natalie Wood ha continuato: "Poi Natalie è tornata in macchina, mi ha svegliato e ha sbattuto la portiera. Era molto arruffata e molto turbata, e lei e la mamma hanno iniziato a bisbigliare con urgenza l'una all'altra. Non riuscivo davvero a sentirle o a capire cosa stessero dicendo. A quanto pare era successo qualcosa di brutto a mia sorella, ma qualunque cosa fosse, a quanto pare ero troppo giovane per sentirmelo dire".

Soltanto anni dopo, Natalie Wood avrebbe rivelato tutto quanto a sua sorella Lana, che sarebbe rimasta assai scossa. La donna, che ora ha 75 anni e ne aveva circa otto quando si è verificato il presunto incidente, ha ricordato che sua sorella e la loro madre erano d'accordo sul fatto che accusare pubblicamente Kirk Douglas avrebbe rovinato la carriera di Natalie. "Dimentica tutto" è stato il consiglio della madre in seguito alla violenza subita dall'attrice.

Poi, nel 1981, il corpo di Natalie Wood è stato trovato privo di vita in California: le autorità hanno inizialmente stabilito che la morte fosse avvenuta per annegamento accidentale ma la situazione è cambiata presto in seguito alle deposizioni di nuovi testimoni. Anche Robert Wagner - marito di Natalie Wood - è stato ritenuto un potenziale colpevole e Lana Wood è tra coloro che lo ritengono responsabile della sua morte.

In seguito alla morte di Kirk Douglas, Lana Wood ha rivelato il segreto condiviso con la sorella e ha dichiarato: "Senza nessuno ancora da proteggere, sono sicura che mi perdonerà per aver finalmente infranto quella promessa". Il figlio di Kirk, l'attore Michael Douglas, ha dichiarato in una dichiarazione rilasciata tramite il suo addetto stampa: "Possano entrambi riposare in pace".

Kirk Douglas è stato uno dei primi attori principali a formare una propria società di produzione e un importante attivista liberale a cui è stato ampiamente attribuito il merito di aver contribuito a rompere la lista nera della guerra fredda contro i sospetti comunisti quando ha assunto Dalton Trumbo per scrivere Spartacus e lo ha elencato per nome per l'uscita del progetto nel 1960. Douglas e la sua seconda moglie, Anne, hanno donato milioni di dollari attraverso la Douglas Foundation, che hanno co-fondato nel 1964 con la missione di "aiutare coloro che altrimenti non sarebbero in grado di aiutare se stessi".

Kirk Douglas ha ricevuto una Medaglia presidenziale della libertà nel 1981 e la Legion d'onore dalla Francia nel 1985. Gli è stato assegnato un Oscar onorario nel 1996, quando l'Accademia del cinema lo ha elogiato come "una forza creativa e morale". Lo stesso Douglas ha riconosciuto di essere un donnaiolo e un marito infedele. Parlando all'Associated Press dell'attore nel dicembre 2016, meno di un anno prima dei fatti che portarono all'affermazione del movimento #MeToo, l'attore e ballerino Neile Adams ha detto spensieratamente alla sua amica: "Non potevi sederti accanto a lui senza che la sua mano ti strisciasse sulla gamba".

Nel suo libro di memorie The Ragman's Son, pubblicato nel 1988, Douglas scrive brevemente di Natalie Wood. L'attore ricorda di essere tornato a casa una notte e di essersi fermato a un semaforo rosso. La portiera dell'auto davanti a lui si aprì e "una graziosa ragazzina che indossava una giacca di pelle scamosciata saltò fuori" e corse verso di lui.

"Oh, signor Douglas, mi firmerebbe per favore la giacca?" ricorda che lei disse. "Quella è stata la prima volta che ho incontrato Natalie. L'ho vista molte volte in seguito, prima che morisse in quel crudele incidente".