Marco D'Amore e Silvio Muccino in Security, al via le riprese a Forte dei Marmi

Marco D'Amore e Silvio Muccino sono in Toscana, a Forte dei Marmi, sul set di Security, le riprese del film prendono il via oggi.

NOTIZIA di 20/01/2020

Marco D'Amore e Silvio Muccino a Forte dei Marmi per le riprese di Security, che prendono il via oggi. Il lungometraggio è diretto da Peter Chelsom e prodotto da Vision Distribution e Indiana Production.

Ispirato all'omonimo romanzo di Stephen Amidon (Mondadori) e sceneggiato dallo stesso regista insieme a Tinker Lindsay, il film è interpretato da Marco D'Amore che ne è protagonista accanto a Maya Sansa, Fabrizio Bentivoglio, Valeria Bilello, Silvio Muccino, Tommaso Ragno, Ludovica Martino, Giulio Pranno e Beatrice Grannò. Peter Chelsom si avvarrà della collaborazione del direttore della fotografia Mauro Fiore, vincitore del Premio Oscar nel 2010 per Avatar.

Le riprese si svolgeranno per 6 settimane a Forte Dei Marmi, il film uscirà nelle sale nel 2021 distribuito da Vision Distribution.

Questa la sinossi di Security: Cosa succede quando in una cittadina tranquilla in cui tutti si conoscono la figlia di un noto ubriacone arrestato per sospette molestie pedofile denuncia per tentato stupro e violenza privata il ricchissimo possessore della più bella tenuta della zona? Un personaggio estraneo al tessuto sociale del luogo, un vacanziero, ma molto molto potente? La polizia pensa subito che in realtà la ragazza stia cercando di coprire il padre. Qualcuno che tace conosce la verità, però, e a indagare per scoprirla è Edward Inman, il responsabile di gran parte dei tanti, e costosi, sistemi di sicurezza installati nelle case dei cittadini per bene. L'indagine coinvolge il figlio adolescente di Kathryn, la donna che Edward, malmaritato e infelice, ama da sempre, e una studentessa del college locale, innamorata di un professore molto attraente e stranamente irrequieto. La storia ha il ritmo di un buon thriller cinematografico, i personaggi suscitano empatia, la dinamica complessa dei rapporti tra genitori e figli adolescenti, e tra giovanissimi, viene raccontata senza forzature ed eccessi, facendo del romanzo un capolavoro di suspense e introspezione psicologica.