Christian Jessen chiede scusa agli italiani: “Il Coronavirus non è una siesta”

Il dottore e presentatore televisivo Christian Jessen chiede scusa agli italiani sui social nel momento in cui il Coronavirus si sta diffondendo anche in Inghilterra.

NOTIZIA di 25/03/2020

Christian Jessen usa Twitter per chiedere scusa agli italiani. Il dottore inglese ci aveva accusato di usare il Coronavirus come pretesto per allungare la siesta, ora ha cambiato idea e ammette di aver sbagliato.

Conduttore di trasmissioni televisive dai titoli memorabili come 'Grassi contro magri' e 'Malattie imbarazzanti', il dottore inglese aveva imbarazzato se stesso dicendo che il Coronavirus era per gli italiani "una scusa per non lavorare e per fare una lunga siesta".
Il signor Jessen alla fine ha deciso di chiedere scusa su Twitter, come sappiamo l'epidemia si sta diffondendo in Inghilterra colpendo anche il principe ereditario Carlo. "In relazione ai miei commenti sull'epidemia di Coronavirus in tutto il mondo e la situazione in Italia: ammetto di aver sbagliato - scrive su Twitter dando poi una pseudo spiegazione - ho cercato di attenuare il panico". Il post continua "Col senno di poi il mio commento irriverente è stato insensibile e devo scusarmi per qualsiasi turbamento abbia causato. Capisco il motivo per cui era offensivo. Come medico, il mio lavoro è essere onesto e cercare di portare luce nella vita delle persone. Vi assicuro che i miei pensieri sono rivolti a tutti coloro che sono colpiti dal virus e a coloro che stanno lavorando duramente per aiutare ognuno a superare questo momento difficile".