Avenue 5: stop alle riprese per un incendio ai Warner Bros. Studios di Londra

Le riprese della serie Avenue 5, in corso ai Warner Bros. Studios di Leavesden, sono state interrotte a causa di un incendio.

NOTIZIA di 12/07/2019

Sul set della serie Avenue 5, nell'area dei Warner Bros. Studios è scoppiato un incendio per fortuna domato in poco tempo dai vigili del fuoco arrivati sul posto.

Nell'area, situata a Leavesden, nella periferia di Londra, dove sono stati girati i film di Harry Potter è attualmente ospitata l'attrazione Warner Bros. Studio Tour London - The Making of Harry Potter, che permette ai fan della saga creata dalla scrittrice J.K. Rowling di immergersi nel magico mondo creato per il grande schermo.

Secondo quanto riporta The Hollywood Reporter, le fiamme sono apparse in un teatro di posa che non stava venendo utilizzato e dove si svolgono le riprese della serie Avenue 5, creata da Armando Iannucci. La produzione dello show targato HBO ha dichiarato che il lavoro continua, mentre "i produttori e gli autori stanno decidendo il piano migliore per completare le riprese degli ultimi due episodi della serie".
I responsabili dello studio hanno dichiarato: "Il capo dei Vigili del Fuoco ci ha confermato che il fuoco che ha colpito uno dei nostri teatri di posa, attualmente usato dalla produzione della serie Avenue 5, è stato completamente domato. La nostra principale preoccupazione è sempre la sicurezza delle persone". Il comunicato ringrazia le persone intervenute per domare le fiamme e sottolinea che tutte le produzioni al lavoro negli spazi hanno potuto continuare a lavorare senza ulteriori problemi.

Iannucci ha aggiunto: "Da parte di tutto il cast e della troupe di Avenue 5 voglio ringraziare i pompieri che hanno lavorato senza sosta tutta la notte per mantenere tutti e ogni cosa al sicuro. I miei pensieri sono rivolti agli abitanti dell'area che sono stati disturbati dagli eventi. Era un set meraviglioso ma la sicurezza di tutti è la priorità principale. La stagione sta per essere completata e tutti sono determinati a proseguire con il lavoro".