I 40 migliori film horror secondo i grandi registi, da Quentin Tarantino a Christopher Nolan

I 40 migliori film horror selezionati da 40 registi: scopriamo le scelte di Quentin Tarantino, Christopher Nolan, Tim Burton, Martin Scorsese, Luca Guadagnino e altri.

NOTIZIA di 29/10/2020
Nicole Kidman in una scena del terrorizzante The Others
Nicole Kidman in una scena del terrorizzante The Others

Scopriamo quali sono i 40 migliori film horror secondo altrettanti registi internazionali, da Quentin Tarantino a Martin Scorsese, passando per Christopher Nolan, Guillermo del Toro e James Wan, attraverso la lista riportata da Indiewire per celebrare al meglio la festa di Halloween.

  • Wes Anderson - Rosemary's Baby
  • Natalie Erika James - Ring
  • Mike Flanagan - February - L'innocenza del male
  • Bong Joon Ho - Midsommar
  • Osgood Perkins - The Strangers
  • Robert Eggers - Nosferatu
  • Josephine Decker - Suspiria (nella versione di Luca Guadagnino)
  • Guillermo del Toro - Occhi senza volto
  • Quentin Tarantino - Audition
  • Martin Scorsese - Suspense (The Innocents)
  • Edgar Wright - Incubi notturni
  • David Lowery - Hereditary
  • Jordan Peele - Misery
  • Jennifer Kent - Non aprite quella porta
  • Luca Guadagnino - La mosca
  • Sam Raimi - La notte dei morti viventi
  • Anna Biller - L'occhio che uccide
  • Christopher Nolan - Alien
  • Andy Muschietti - Il buio si avvicina
  • James Wan - The Others
  • Ana Lily Amirpour - Antichrist
  • Bo Burnham - Raw
  • Eli Roth - Creepshow
  • Ben Wheatley - Eraserhead
  • William Friedkin - Funny Games
  • James Gunn - Green Room
  • Coralie Fargeat - I Saw the Devil
  • Gaspar Noé - Un Chien Andalou (Un cane andaluso)
  • John Carpenter - L'esorcista
  • Karyn Kusama - Habit
  • Nia DiCosta - Under the Skin
  • Patrick Brice - Allucinazione perversa
  • André Øvredal - Poltergeist
  • Tim Burton - The Wicker Man
  • Pedro Almodóvar - Rapture
  • Jim Jarmusch - American Psycho
  • Ti West - Shining
  • Rob Zombie - 28 giorni dopo
  • Julia Ducournau - Inseparabili
  • Peter Strickland - Climax
Audition: la protagonista Eihi Shiina in una inquietante sequenza
Audition: la protagonista Eihi Shiina in una inquietante sequenza

Mancano due giorni ad Halloween e, per celebrare al meglio la notte più paurosa dell'anno, milioni di persone nel mondo stanno già organizzando la loro serata casalinga a base di film horror e pop corn. Se siete ancora indecisi su cosa guardare, potreste prendere spunto dalla lista resa nota da Indiewire attraverso la quale scopriamo quali sono i migliori film dell'orrore secondo 40 registi internazionali, alcuni più emergenti come Nia DiCosta, Osgood Perkins e Natalie Erika James, ed altri più celebri come Mike Flanagan, John Carpenter, Guillermo del Toro e Bong Joon Ho.

Per quanto riguarda la scelta di Martin Scorsese, il regista si è detto d'accordo con tutti coloro che considerano il film horror psicologico di Jack Clayton del 1961, Suspense, uno dei film più terrificanti mai realizzati. A tal proposito, il cineasta statunitense ha dichiarato: "Questo adattamento di Clayton de Il giro di vite è una delle rare opere che rende giustizia a Henry James. È ben realizzato e recitato, girato in modo impeccabile e molto spaventoso". Non a caso, Suspense è anche uno dei film preferiti di altri registi come Guillermo del Toro che però ha scelto un altro lungometraggio quando gli è stato chiesto quale fosse il suo film horror preferito.

Edith Scob al telefono in una sequenza del film horror Occhi senza volto (1960)
Edith Scob al telefono in una sequenza del film horror Occhi senza volto (1960)

Il regista messicano ha infatti optato per Occhi senza volto di Georges Franju. Uscito nel 1960, il film italo-francese vede l'attore protagonista Pierre Brasseur nei panni di un chirurgo plastico ossessionato dall'idea di eseguire un trapianto di faccia su sua figlia dopo che questa è sopravvissuta ad un terribile incidente automobilistico. "Il personaggio principale è come una non morta Audrey Hepburn. Mi ha influenzato molto con il contrasto tra bellezza e brutalità", ha detto una volta del Toro riguardo al film. "Lo scontro di immagini inquietanti e incantevoli raramente è stato più potente. Occhi senza volto vanta anche una straordinaria colonna sonora firmata da Maurice Jarre!" ha aggiunto il regista.