Christmas Flow - Gli opposti si innamorano, la recensione: un amore improbabile sotto l'albero

La recensione di Christmas Flow - Gli opposti si innamorano: una piacevole serie tv natalizia sull'improbabile storia d'amore di una coppia destinata a stare insieme nonostante le diversità.

RECENSIONE di 17/11/2021
Christmas Flow Netflix
Shirine Boutella e Tayc in una scena della serie Christmas Flow - Gli opposti si innamorano

Il Natale si avvicina e Netflix non se lo fa ripetere due volte, arricchendo il proprio catalogo di film e serie pensate apposta per le feste. Quest'anno, tra le numerose produzioni a tema natalizio, troviamo anche Christmas Flow - Gli opposti si innamorano, serie tv francese co-scritta da Henri Debeurme, Victor Rodenbach e Marianne Levy, con protagonisti l'attrice algerina Shirine Boutella, conosciuta soprattutto per il ruolo del Tenente Sofia Belkacem nel fortunato show Lupin, e Tayc, celebre cantante R&B francese di origini camerunensi. Insieme portano sullo schermo l'improbabile storia d'amore tra una giornalista impegnata e un famoso rapper, che non hanno davvero niente in comune. Tutto sembra opporsi alla loro relazione ma, come vedremo nella nostra recensione di Christmas Flow - Gli opposti si innamorano, il Natale riuscirà ad avvicinarli. Una trama scontata? Forse (ci troviamo pur sempre davanti a un prodotto confezionato per le feste) ma il processo di cambiamento dei due protagonisti è ben sviluppato, nonostante determinate tematiche vengano inevitabilmente banalizzate.

Miracolo di Natale

Lila (Shirine Boutella) è una tenace giornalista che lavora per un quotidiano web nonché fervente attivista del movimento femminista. Marcus (Tayc) è un famoso rapper parigino, contestato per i suoi testi profondamente sessisti e, per questo, alla ricerca di un modo per risollevare la propria immagine. I due sembrano non avere niente in comune, anzi, il loro primo casuale incontro presso una stazione di polizia non è certo dei più concilianti: Marcus, infatti, rappresenta per Lila tutto ciò contro cui la ragazza ha sempre lottato. Ma l'amore, si sa, spesso prende vie inaspettate, soprattutto quando può contare sulla complicità di un periodo magico come quello del Natale. Anche se tutto (compresi loro stessi) sembra opporsi con forza allo sbocciare della loro relazione, Lila e Marcus finiranno per avvicinarsi sempre di più, imparando ad appianare le differenze o forse solo scoprendo di non essere poi in fondo così diversi.

82 serie TV da guardare su Netflix

Il processo di cambiamento

Aaaabeutm2Tkk7Ullx8I1Wgb8Tpkutq0Pdwub2Ekzokywx8Tnctjqbd9 Zim7Aluednh8M7Mqz62Muff54Bd0Qflewhxnt7F
Una scena della serie tv francese Christmas Flow - Gli opposti si innamorano

Sebbene il lieto fine della serie sia tanto prevedibile quanto inevitabile (stiamo pur sempre parlando di una commedia romantica natalizia), lo sviluppo della trama non è così scontato come si potrebbe pensare. Quello a cui assistiamo nel corso dei tre episodi da circa 50 minuti l'uno che compongono Christmas Flow - Gli opposti si innamorano, infatti, è un processo di cambiamento ben sviluppato che coinvolge Lina e Marcus in egual misura, sia sul piano lavorativo che personale. Entrambi, inizialmente ben radicati nelle proprie posizioni (in qualche modo estreme), impareranno pian piano a mettere da parte i pregiudizi e ad aprirsi nei confronti di idee che hanno sempre reputato in contrasto con le proprie scelte di vita. Questo non solo li porterà a compiere un processo di crescita personale ma permetterà loro di trovare la strada per arrivare ai reciproci cuori, scoprendo che molte delle differenze che pensavano di avere erano, in realtà, solamente sulla carta. Possiamo quindi dire che la forza di questa serie tv non sia tanto il punto di arrivo (per forza di cose prevedibile) quanto il processo messo in atto per arrivarci.

In odor di femminismo

Maxresdefault 1
Shirine Boutella è Lila in Christmas Flow - Gli opposti si innamorano

Fin da subito è chiara l'intenzione di Christmas Flow - Gli opposti si innamorano di porsi come una serie tv femminista. La sua protagonista, infatti, è una giornalista impegnata che, con un paio di amiche/colleghe, gestisce una pagina web in cui condanna tutti quegli atteggiamenti di prevaricazione maschile o di svilimento della donna. Proprio come i testi delle canzoni di Marcus, che, infatti, la ragazza disprezza profondamente. Purtroppo però, com'era immaginabile considerando i toni leggeri dello show, l'argomento viene troppo banalizzato, finendo per portare sullo schermo degli atteggiamenti stereotipati che mal si conciliano con quelle che erano le premesse. Non solo, alcuni personaggi femminili, primo fra tutti quello dell'influencer Mel interpretata da Camille Lou, viene presentato in un modo talmente estremizzato da finire per risultare degradante; proprio il contrario di quelle che sembravano essere le intenzioni della serie.

Conclusioni

Come abbiamo visto nella nostra recensione di Christmas Flow - Gli opposti si innamorano, la serie tv da tre episodi con protagonisti Shirine Boutella (già vista in Lupin) e il cantante francese Tayc si rivela essere una piacevole commedia romantica natalizia, con un'attenzione inaspettata per il processo di cambiamento personale messo in atto dai due personaggi principali. Peccato per la scelta di voler fare entrare a tutti i costi nella serie il tema femminista che non solo non risulta sviluppato a dovere ma viene addirittura banallizzato e stereotipato.

Movieplayer.it

3.0/5

Voto medio

4.2/5

Perché ci piace

  • Una visione piacevole con alcuni risvolti inaspettati.
  • Una particolare attenzione al processo di crescita personale dei protagonisti.

Cosa non va

  • Banalizzazione della tematica femminista.