Facebook

Bullet Train in 4K UHD e Blu-ray, la recensione: tutti a bordo di una vera bomba sensoriale

La recensione di Bullet Train in 4K UHD e Blu-ray: l'edizione distribuita da Eagle del film con Brad Pitt è una vera bomba sensoriale con un video eccezionale, un croma abbagliante e un audio iperaggressivo. Un po' sottotono invece gli extra.

Bullet Train in 4K UHD e Blu-ray, la recensione: tutti a bordo di una vera bomba sensoriale

Se c'è un film con il quale si può staccare un po' la spina e andare a manetta verso l'entertainment più puro (e crudo), questo è Bullet Train di David Leitch. Il regista di Deadpool 2 realizza infatti una corsa folle e senza sosta sul treno più veloce del mondo attraverso il Giappone, realizzando un action esilarante e violentissimo dall'estetica pop, infarcito di citazioni e spassosi cammei, e con un cast capitanato da un Brad Pitt scanzonato e in gran forma. Il film ideale dunque da rivedere e gustare sul divano di casa, grazie all'uscita homevideo del 16 novembre. Noi, grazie a Eagle Pictures che distribuisce il prodotto targato Sony Pictures, abbiamo già potuto apprezzare l'edizione tecnicamente più prestigiosa, quella a due dischi con all'interno le versioni 4K UHD e blu-ray (e una simpatica card con Brad Pitt nei panni del suo personaggio Ladybug), che in questa recensione ora andiamo ad analizzare.

Il video: dettaglio super, gran nitidezza e una festa abbagliante di colori

Bul4K

Un'esplosione di colori, un dettaglio granitico ma soprattutto una nitidezza impressionante: il panorama offerto dal video 4K UHD di Bullet Train è davvero sensazionale. Uno spettacolo per gli occhi con un quadro tagliente, ricco di particolari anche minimi e sempre compatto e senza sbavature nonostante l'estrema frenesia e dinamicità di molte scene ad alta velocità. Folgoranti i primi piani che rivelano qualsiasi linea o graffio sulla pelle e mettono in grande evidenza ferite e schizzi di sangue con una chiarezza pazzesca, ma anche un'incredibile solidità delle panoramiche notturne, che danno sempre una forte sensazione di profondità.

Bullet Train Brad Pitt
Bullet Train: un'immagine di Brad Pitt

Il Dolby Vision regala colori di un'audacia poche volte viste prima: sotto questo aspetto il film è particolarmente spinto tra i vestiti dei protagonisti, le luci al neon, il rosso del sangue, l'illuminazione dei coloratissimi vagoni del treno o ancora particolari come gli occhi di Prince. Ebbene la resa cromatica è scoppiettante con una tavolozza ricchissima, colori che sembrano davvero saltare fuori dallo schermo con grandissima intensità e suggestive sfumature. Il tutto impreziosito da un nero profondo e da un bianco brillante. Insomma una vera bomba sensoriale e abbagliante, che anche nelle scene scure mantiene un'integrità sbalorditiva. Passando al blu-ray, troviamo un prodotto al top del suo formato, dettagliato e ipercolorato, ma ovviamente, oltre alla minor risoluzione, la mancanza del Dolby Vision non consente al croma di essere così esplosivo come la controparte 4K. Un blu-ray comunque necessario, perché è su quel dischetto che troveremo tutti gli extra.

Bullet Train, la recensione: Brad Pitt guida un vagone di star, cadaveri, pallottole e puro divertissement

L'audio picchia duro fra spari, detriti che volano e combattimenti corpo a corpo

Bullet Train 16
Bullet Train: Aaron Taylor-Johnson e Brian Tyree Henry in una scena

A fronte di una devastante traccia inglese in Dolby Atmos, l'audio italiano si presenta con un comunque ottimo DTS HD Master Audio 5.1, una traccia lossless che fa la sua egregia figura e consente un pieno coinvolgimento in un film che anche sul fronte sonoro è decisamente esuberante e chiassoso. A colpire è l'approccio aggressivo dell'audio, che sfodera subito effetti panning inebrianti, una notevole spazialità complessiva e soprattutto dei bassi tosti e potenti quando il sub è chiamato in causa.

Brad Pitt Bullet Train
Bullet Train: Brad Pitt in una scena del film

La sensazione di totale immersione nella follia frenetica del film, tra spari, esplosioni, combattimenti corpo a corpo, proiettili, detriti che volano, velocità del treno, bottiglie rotte e quant'altro, è totale: l'asse posteriore è molto attivo e preciso, ma ovviamente sotto questo aspetto l'Atmos inglese riesce a regalare ulteriori emozioni grazie allo sfruttamento della verticalità e una maggiore muscolarità del sub. Le belle canzoni che di tanto in tanto entrano prepotentemente in scena, sono calde e avvolgenti, mentre i dialoghi sono chiari e non affogano mai in mezzo agli effetti.

Bullet Train, tra Brad Pitt e il destino: perché non è solo un (grande) film d'azione

Gli extra: commento audio e poco più di mezz'ora di contributi

Bullet Train 14
Bullet Train: Joey King in una scena del film

Anche se l'esterno della confezione annuncia oltre un'ora di extra, in realtà troviamo solo poco più di mezz'ora di contenuti speciali. Senza dimenticare però che è presente, anche sul disco 4K, il commento audio del regista David Leitch, del produttore Kelly McCormick e dello sceneggiatore Zak Olkewicz. Tutti gli altri extra si trovano sul disco blu-ray. Si comincia con Missione compiuta: realizzazione di Bullet Train (6'), che offre una panoramica, attraverso interviste a cast e troupe, su stile di regia, coreografie di combattimento, acrobazie e personaggi.

Bullet Train 11
Bullet Train: Hiroyuki Sanada in una scena del film

Si prosegue con Tutti a bordo del treno dei dolori: cadute e acrobazie (5'), che esamina le spettacolari scene di azione con le difficoltà di combattimenti e acrobazie del cast all'interno di uno spazio limitato come quello del treno. Troviamo poi Papere e errori (3') con battute sbagliate, scherzi e momenti divertenti durante le riprese, quindi Professionisti qualificati: il cast (7') sull'alchimia creatasi sul set e sull'apporto di ogni attore alla storia. Altra featurette interessante è Osserva meglio quel che ti è sfuggito: le sorprese nascoste (4'), che svela alcuni riferimenti e curiosità che potrebbero essere sfuggiti durante la visione. Si conclude con Seleziona anteprima scene di acrobazia (4'), con video concettuali messi a confronto alle scene finali viste nel film, e con Bullet Train vs spinge fuori dai binari (4' e mezzo), con una promozione speciale del film da parte dei personaggi di Lemon e Tangerine con il coinvolgimento dell'NBA.

Conclusioni

Come descritto nella recensione di Bullet Train in 4K UHD e Blu-ray, l’adrenalinico, ironico e violento film con Brad Pitt, beneficia nell’edizione distribuita da Eagle di un video eccezionale, capace di trasmettere al meglio soprattutto le emozioni di un croma abbagliante. Superbo anche l’audio, che riproduce nella maniera più efficace un turbinìo di effetti sonori che avvolgono lo spettatore da ogni direzione. Ci si aspettava qualcosa in più invece dagli extra.

Movieplayer.it
4.0/5

Perché ci piace

  • La scoppiettante resa cromatica è un vero spettacolo per gli occhi.
  • Il dettaglio è sempre incisivo in ogni circostanza.
  • L’audio colpisce duro nelle spettacolari scene di azione.

Cosa non va

  • Gli extra sono interessanti, ma per un film del genere mezz’ora di contenuti sono pochini.