Il primo dei bugiardi

2009, Commedia

Le uscite USA: un week end disimpegnato, 'nonostante' Michael Moore

Capitalism: A Love Story espande su quasi mille schermi ma l'uscita più cospicua è il comedic horror Zombieland, affiancato dalla commedia The Invention of Lying. In limited debutta il nuovo film dei Coen, A Serious Man.

Al via di un nuovo week end cinematografico nelle sale USA, con una serie di uscite all'insegna del disimpegno, almeno per quanto riguarda le wide release. A fare da capofila tra queste ultime è l'attesissimo e iperviolento comedic horror Zombieland di Ruben Fleischer, che vede protagonisti Jesse Eisenberg, Woody Harrelson, Emma Stone e Abigail Breslin nei panni dei sopravvissuti in un mondo ormai conquistato dai morti viventi.

Lo affianca la commedia The Invention of Lying, esordio alla regia di un lungometraggio - in tandem con Matthew Robinson, anche co-sceneggiatore - per il britannico Ricky Gervais. Il creatore di The Office interpreta qui l'uomo che introduce per primo il concetto di bugia in un mondo che non conosce la menzogna, e ne approfitta per migliorare la sua situazione professionale e personale - almeno fino al momento in cui le cose non iniziano a prendere una piega inattesa. Nel cast accanto a Gervais ci sono tanti volti noti, tra cui quelli di Jennifer Garner, Tina Fey, Rob Lowe, Jonah Hill e Fionnula Flanagan.

Drew Barrymore ed Ellen Page in Whip it!
Altro interprete che debutta dietro la macchina da presa per Whip It, ma stavolta si tratta di una signora: la deliziosa Drew Barrymore tiene le redini del racconto per questa commedia ambientata nel mondo del roller derby femminile texano e tratto dal romanzo di Shauna Cross (autrice dello script del film) Derby Girl. Nei panni della giovane protagonista, una ragazza che la madre tenta di spingere a partecipare a concorsi di bellezza sui pattini, ma che preferisce l'adrenalina (e i lividi) del roller derby, c'è la brava Ellen Page, già candidata all'Oscar per Juno; nel cast anche Kristen Wiig, Marcia Gay Harden, Zoe Bell, Juliette Lewis e la stessa Barrymore.

Tra le uscite in wide ricordiamo anche una re-release che sicuramente non lascerà indifferente il pubblico stelle e strisce: la riproposizione in 3D dei classici Pixar Toy Story e Toy Story 2.

Michael Moore in un'immagine del documentario Capitalism: A Love Story
Da segnalare anche l'espansione a un migliaio di schermi per il nuovo film di Michael Moore Capitalism: A Love Story, recentemente applaudito dalla stampa internazionale nella cornice della Mostra del Cinema di Venezia. In esso Moore, restando fedele al suo personalissimo concetto di documentario, traccia con efficacia e humour un quadro agghiacciante del sistema economico USA e del suo rapporto con l'americano medio, quello che tollera l'iniquità dei detentori del potere economico perchè "spera sempre di poter diventare, un giorno, uno di loro".

In limited l'esordio che fa più rumore, per lo meno nei circoli degli appassionati, è quello di A Serious Man di Joel e Ethan Coen, che alcune voci della critica USA si sono già levate a definire uno dei migliori lavori del due minnesotano.

Le uscite USA: un week end disimpegnato,...
Privacy Policy