Un giorno perfetto

2008, Drammatico

Da Venezia alle sale: arrivano i film della Mostra

Tra le uscite del 5 settembre, alcuni film in cartellone a Venezia tra cui Birdwatchers, Un giorno perfetto, Il seme della discordia e il Pranzo di Ferragosto. Ma sarà anche un week-end di misteri, con il ritorno dei protagonisti di X-Files.

A pochi giorni dall'inizio della 65esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia, arrivano nelle sale alcuni dei film che hanno fatto parte del cartellone dell'ultima kermesse cinematografica veneziana, ma il week-end sarà sicuramente atteso anche dagli irriducibili fan di X-Files, che ritroveranno il protagonisti di una delle serie più amate, nel secondo film interpretato da David Duchovny e Gillian Anderson.
Iniziamo la nostra rassegna dei film in uscita con La terra degli uomini rossi - Birdwatchers, una co-produzione italo brasiliana diretta da Marco Bechis incentrata sul netto divario tra le vite dei fazendeiros di Mato Grosso do Sul, in Brasile e gli Indios, che erano i legittimi abitanti delle terre che i fazendeiros sfruttano per le loro coltivazioni transgeniche. Molti giovani indios, che non trovano altra alternativa al lavoro in condizioni di semi-schiavitù nelle piantagioni di canna da zucchero, si tolgono la vita, e sarà proprio uno di questi suicidi a dare il via alla rivolta della tribù dei Guarani-Kiowà, intenzionati a reclamare la restituzione dei loro terreni. Tra i protagonisti della pellicola - che ha ricevuto ampi consensi a Venezia - Chiara Caselli e Claudio Santamaria, oltre ad un gruppo di veri indios che in occasione della Mostra hanno parlato alla stampa del disagio raccontato da Bechis nel film, che è assolutamente reale.

Il regista Pappi Corsicato e Isabella Ferrari sul set del film Il seme della discordia
Particolarmente atteso dal pubblico - nonostante la tiepida accoglienza a Venezia - è Un giorno perfetto, il nuovo film di Ferzan Ozpetek ispirato all'omonimo romanzo di Melania Mazzucco: il regista de Le fate ignoranti stavolta porta sul grande schermo il racconto di ventiquattro ore nella vita di nove personaggi che vivono a Roma, prima di una tragedia. La piccola Camilla compie sette anni e suo fratello Aris deve sostenere un esame universitario; Emma perde il lavoro in un call-center e sua figlia Valentina incontra un ragazzo che le piace; l'Onorevole Fioravanti è impegnato con la sua campagna elettorale e sua moglie scopre di essere incinta; il piccolo Kevin viene invitato ad una festa lussuosa; la professoressa Mara ha un appuntamento con il suo amante e Antonio vede sua moglie Emma per l'ultima volta.
Tra gli interpreti del film di Ozpetek, Valerio Mastandrea, Isabella Ferrari, Stefania Sandrelli, Valerio Binasco, Monica Guerritore, Nicole Grimaudo, Federico Costantini, Nicole Murgia e l'immancabile Serra Yilmaz.
Ritroviamo l'affascinante Isabella Ferrari anche ne Il seme della discordia, diretto da Pappi Corsicato - anche questo in concorso a Venezia: sette anni dopo Chimera, il regista napoletano racconta la storia di Mario e Veronica, che trascurano il loro rapporto sentimentale per concentrarsi sulle rispettive carriere. Un giorno però, lei si accorge di essere incinta, lui invece viene a sapere di essere sterile. Fanno parte del cast del film, oltre alla Ferrari, anche Alessandro Gassman, Martina Stella, Caterina Murino, Valeria Fabrizi e Michele Venitucci.

Valeria De Franciscis e Gianni Di Gregorio in una scena del film Pranzo di Ferragosto
Tra le uscite "veneziane" di questo week-end segnaliamo inoltre quella di Pranzo di Ferragosto, uno dei film-rivelazione di quest'ultima edizione della Mostra: diretto da Gianni Di Gregorio e presentato in concorso alla Settimana Internazionale della Critica, il film è una spassosa commedia che racconta l'incubo di Gianni, un uomo di mezz'età che vive con sua madre - una nobildonna decaduta che lo tiranneggia - in una vecchia casa al centro di Roma.
Il giorno prima di Ferragosto, l'amministratore del condominio propone a Gianni di accudire la propria mamma per due giorni in cambio di una riduzione dei debiti accumulati sulle spese condominiali. L'uomo è costretto ad accettare, e come se non bastasse l'amministratore il giorno dopo si presenta si presenta anche con la zia, che non sa dove collocare. Gianni si adopera per soddisfare le esigenze delle tre anziane signore, dal carattere non certo accomodante, ma per lui l'incubo non è finito. Di Gregorio è anche interprete del film insieme a Valeria De Franciscis, Marina Cacciotti, Maria Cali e Grazia Cesarini Sforza, che con la loro simpatia hanno conquistato il Lido e hanno affermato di voler continuare a fare cinema, nonostante l'età.
Ancora disimpegno, ma di altro genere, con la commedia Decameron Pie, diretta da David Leland, che è ambientata in Italia nel 14esimo secolo, durante l'epidemia di peste che mise in ginocchio Firenze. Un gruppo di giovani fiorentini si reca presso la villa degli Anastagi per assistere al matrimonio tra la bella Pampinea e il conte Dzerzhinsky. La ragazza però, nel tentativo di preservare la propria castità, fugge in un convento nel quale incontra il giovane Lorenzo, che si innamora perdutamente di lei. Per il film di Leland un cast di richiamo, composto da Hayden Christensen, Mischa Barton, Tim Roth, Silvia Colloca, Katy Louise Saunders ed Elisabetta Canalis.

Sarah Michelle Gellar in una scena del film The Air I Breathe
In uscita questo week-end anche The Air I Breathe, un dramma di Jieho Lee che prende spunto da un antico proverbio cinese, secondo il quale la vita si compone di quattro grandi tappe emotive: felicità, piacere, sofferenza e amore. Attraverso una serie di coincidenze, le vite parallele di quattro personaggi si intrecciano e segnano il destino di ciascuno. Un uomo d'affari scommette tutta la sua vita su una corsa di cavalli; un gangster si ritrova faccia a faccia col suo futuro; una cantante pop cade vittima di un malavitoso e un medico deve salvare l'amore della sua vita. Tra gli interpreti del film figurano Kevin Bacon, la splendida Sarah Michelle Gellar, Brendan Fraser, Forest Whitaker, Andy Garcia, Emile Hirsch, Kelly Hu e Julie Delpy.
La cultura orientale offre ispirazione anche per il film Redbelt, diretto da David Mamet e interpretato da Emily Mortimer, Chiwetel Ejiofor e Max Martini: è la storia di un maestro di Jiu-jitsu, Mike Terry, che ha sempre evitato l'ambiente competitivo delle sfide agonistiche e dei ring, limitandosi ad insegnare l'autodifesa nella sua palestra di Los Angeles. La sua vita però cambia drasticamente quando inizia a lavorare per il mondo del cinema, mettendo a disposizione delle star di Hollywood, la sua professionalità e la sua esperienza.

Gillian Anderson e David Duchovny in X-Files: Voglio crederci
Come anticipato prima, questo fine settimana segna anche il debutto nelle nostre sale di X-Files: Voglio crederci, seconda pellicola ispirata alla leggendaria serie televisiva conclusasi sei anni fa. Adesso Fox Mulder è ricercato e vive nascosto a casa di Scully, ma l'FBI lo contatta per chiedergli di collaborare al caso di un'agente misteriosamente scomparsa. Inoltre, Mulder dovrà verificare l'attendibilità di un sensitivo e in cambio otterrà il ritiro delle accuse contro di lui. Oltre a David Duchovny e Gillian Anderson, nel cast del film figurano Amanda Peet, Billy Connolly e Callum Keith Rennie.
Ancora horror in sala con Reeker- Tra la vita e la morte: è la storia di cinque ragazzi che si trovano bloccati in una stazione di servizio deserta. Nonostante il contrattempo, cercano di divertirsi ugualmente, fino a quando non iniziano ad avere spaventose visioni di viaggiatori morti e mutilati. Guidati da un loro amico cieco, i ragazzi dovranno cercare di superare la notte, e chi sopravviverà potrà accedere alla soluzione di un mistero. Questo film di Dave Payne è interpretato da Devon Gummersall, Derek Richardson, Arielle Kebbel, Michael Ironside, ed Eric Mabius.

Da Venezia alle sale: arrivano i film della Mostra
Privacy Policy