Marie Heurtin - Dal buio alla luce

2014, Drammatico

3.8
Marie Heurtin - Dal buio alla luce (2014)
Genere
Drammatico
Durata
Regista
Uscita ITA

Marie Heurtin è nata cieca e sorda nel 1895, ed è incapace di comunicare. Suo padre, un artigiano, è indeciso se seguire il consiglio di un medico, che gli ha suggerito di ricoverare la bambina in un istituto. Alla fine trova l'istituto di Larnay, vicino Poitiers, gestito da suore, e decide di affidare sua figlia alle cure della giovane suor Marguerite; questa è convinta di poter aiutare Marie con l'arma della fede.



#MarieHeurtinDalBuioAllaLuce storia vera di un legame profondo sorretta dalle prove attoriali delle protagoniste
Perché ci piace
  • La fotografia. Virginie Saint Martin sfrutta la luce naturale per creare una gamma di colori vivaci ed intensi che rendono suggestive le inquadrature dei paesaggi della campagna francese così come dei dettagli.
  • La coppia femminile protagonista. L'alchimia tra le due interpreti è uno degli elementi più riusciti del film capace di rendere ancora più intenso il rapporto tra i loro personaggi.
Cosa non va
  • La sottolineatura dei passaggi emotivamente più coinvolgenti. Specie nella seconda parte del film, il regista, sfrutta l'intensità della narrazione per evidenziarne eccessivamente le sequenze più commoventi.
  • Una regia dalle sfumature televisive e troppo classica.

Le vostre recensioni