Il settimo figlio

2015, Avventura

1.8
Il settimo figlio (2015)
Genere
Avventura, Fantastico, Azione
Durata
Regista
Uscita ITA

Tra leggende e mondi incantati seguiamo il viaggio intrapreso dall'ultimo discendente di un ordine mistico di guerrieri alla ricerca dell'ultimo Settimo Figlio, l'eroe delle profezie nato con incredibili poteri. Costretto ad abbandonare il suo lavoro di agricoltore, il giovane insieme al suo mentore si imbarcano in una sanguinosa battaglia per sconfiggere il pericolo: una strega ed il suo esercito di killer sovrannaturali si aggirano a piede libero nel loro regno.



#Ilsettimofiglio è un fantasy ipercinetico dove mancano epica, stupore e magia soffocati da abbondante uso di CGI
Perché ci piace
  • Cast artistico e tecnico di prim'ordine, con i premi oscar Jeff Bridges e Julianne Moore, le scenografie di Dante Ferretti e gli effetti speciali di John Dykstra. Vi basta?
  • Una saga letteraria dark fantasy di successo (Wardstone Chronicles di Joseph Delaney): una manna per tutti i nerd amanti del genere sword and sorcery, tra maghi, streghe e sortilegi.
  • I favolosi scenari delle location canadesi, un regista come Sergej Bodrov a suo agio con l'elemento panoramico e naturalistico.
  • Una storia semplice, quella di tanti classici del genere, con l'eroe inconsapevole catapultato in un'avventura più grande di lui.
Cosa non va
  • La sceneggiatura è incapace di evolversi in alcuna direzione, né quella romantica né tantomeno quella del percorso di formazione.
  • I personaggi e le loro leggende sono solo abbozzati e lo sviluppo della trama del corposo romanzo é trattato in maniera superficiale e frettolosa.
  • Non c'è stupore, non c'è magia, non c'è epica: solo un'accozzaglia mostri e creature animate già viste che muoiono sempre allo stesso modo.
  • Invece di un auspicabile fantasy vecchio stile, ancora il solito kolossal d'azione ipercinetico, con la magia e i sentimenti soffocati da dosi massicce di CGI.
  • Vicissitudini produttive travagliate per un pasticcio in cui rimangono impantanati anche i membri dell'altisonante cast al loro minimo storico.

Le vostre recensioni