Star Wars: Il risveglio della forza

2015, Fantascienza

Star Wars: dal fumetto al cinema... e ritorno: a Milano un'esposizione dedicata alla saga

Fino al 5 giugno sarà possibile visitare a Milano un'esposizione dedicata alla saga stellare, realizzata per testimoniare il rapporto con il mondo dei fumetti e la passione dei fan.

Star Wars: Il risveglio della forza

2015 – Fantascienza
3.9 3.9

La saga di Star Wars è ritornata assoluta protagonista grazie a Il risveglio della forza, e l'attenzione riservata al primo trailer di Rogue One: A Star Wars Story, filmato che ha già superato quota 30 milioni di visualizzazioni, conferma che l'attenzione per tutto ciò che riguarda i protagonisti della storia e gli eventi che si svolgono in una galassia molto lontana sembra non sia destinata a finire molto presto.
Per chi volesse immergersi ancora di più nell'universo entrato nel cuore di milioni di spettatori e di diverse generazioni, WOW Spazio Fumetto - il Museo del Fumetto, dell'Illustrazione e dell'Immagine animata di Milano - propone, fino al 5 giugno, l'interessante esposizione Star Wars: dal fumetto al cinema... e ritorno.

Leggi anche: Rogue One è uno Star Wars a tutti gli effetti: il nostro commento al teaser trailer

Star Wars: Il Risveglio della Forza - J.J. Abrams dà delle indicazioni agli attori sul set

Dalle origini al presente della saga

Il percorso espositivo, come suggerisce il titolo dell'evento, permette di scoprire nuovi dettagli e curiosità sul legame esistente tra la saga e i fumetti, passati dall'essere una fonte d'ispirazione al diventare una parte integrante della narrazione, ampliando e arricchendo la storia raccontata nei lungometraggi, e a offrire uno sguardo alla grande passione dei fan. La mostra è stata realizzata in collaborazione con l'Associazione Galaxy, La Bettola di Yoda, 501st Legion Italica Garrison e Rebel Legion Italian Base, con la partecipazione di Panini Comics.

Star Wars: dal fumetto al cinema... e ritorno

I visitatori potranno quindi vedere da vicino gadget rari, riproduzioni dei costumi dei personaggi, spettacolari diorami in LEGO che ritraggono il castello di Maz Kanata e Luna Boscosa di Endor, numerosissimi modellini, action figures, foto di scena, statue, tavole originali e albi provenienti da tutto il mondo, tra cui anche opere giunte dal Giappone e altre autografate dagli autori.

Dopo la presentazione dei racconti che hanno contribuito a delineare la trama della saga, la mostra segue l'evoluzione del mondo di Guerre stellari partendo dagli anni '70, grazie al primo numero del fumetto della Marvel e al manifesto originale del film diretto da George Lucas, fino al presente, con l'esposizione di costumi e riproduzioni del popolarissimo e simpatico droide BB-8, uno degli elementi vincenti de Il risveglio della forza.

Leggi anche: La recensione di Episodio VII, la forza della saga e il risveglio della nostalgia

Un'occasione per approfondire le proprie conoscenze

Star Wars: dal fumetto al cinema... e ritorno

In un periodo in cui Star Wars è ritornato a essere assoluto protagonista, dare uno sguardo alle origini risulta particolarmente affascinante, in particolare per le nuove generazioni che forse non hanno ancora scoperto l'esistenza di storie come quelle di Flash Gordon (che a sua volta si è poi ispirato a lungometraggio cult per la versione cinematografica del 1980), Buck Rogers e John Carter, a cui cui il regista ha attinto a piene mani per gettare le basi dell'universo esistente in una galassia in cui vivono principesse ed eroi, vengono usate spade laser che ricordano le armi di un romanzo scritto da Edmond Hamilton nel 1933, o si dà spazio ad amatissime presenze come quelle di Chewbacca che è stato ispirato da Thun, il principe degli uomini leone amico di Gordon.
Proseguendo poi lungo il percoso espositivo si può approfondire le proprie conoscenze grazie alle isole tematiche dedicate ai singoli personaggi, al Lato Oscuro o agli affascinanti "criminali", tra cui ovviamente Han Solo e Lando Carlissian, e all'iconico cacciatore di taglie Boba Fett.

Leggi anche: The Dark Side of Star Wars: Darth Vader, Kylo Ren e il fascino del Male

Per la gioia dei fan si possono inoltre ammirare riproduzioni dei droidi e un modellino fedele del Millennium Falcon. Offre poi sicuramente qualche momento di divertimento avventurarsi nella realtà del variegato merchandise prodotto per Star Wars: dalle prime statuine in plastica e stoffa prodotte dalla Kenner (in esposizione vere e proprie rarità provenienti dalla collezione de La Bettola di Yoda) fino alle ultimissime action figures prodotte da Hasbro e ai bellissimi busti e statue da collezione.
Tra le tante rarità proposte tra quelle da ammirare dal vivo non si può sicuramente non notare anche la riproduzione di Han Solo intrappolato nella carbonite prestata per l'occasione da Giorgio Casaletti.

Star Wars: dal fumetto al cinema... e ritorno

Opere d'arte provenienti da tutto il mondo

Star Wars: dal fumetto al cinema... e ritorno

In mostra anche opere di apprezzati autori italiani - come Simone Bianchi (le cui tavole originali sono state acquistate da Lucas in persona), Marco Checchetto e Gabriele Dell'Otto - e di artisti internazionali, raccolte con la collaborazione dell'Associazione La Nona Arte, tra cui Howard Chaykin, il primo autore ad aver messo su carta le avventure di Luke e Leia, e autori _Marvel _come Mike Deodato Jr. In chiusura della mostra spazio alla produzione Disney di autori come Andrea Freccero e Paolo Mottura e una tavola inedita di Romano Scarpa.

Il percorso espositivo conduce poi alla scoperta di una tavola realizzata appositamente per la mostra da Milo Manara. Una collaborazione nata in occasione di Cartoomics, salone del fumetto di Milano con cui il museo collabora da anni: l'artista era ospite speciale della scorsa edizione e per l'occasione è stato invitato a realizzare un'opera ispirata alla saga, dopo aver già realizzato per la mostra dedicata a Richard Wagner un disegno delle Ondine, le figlie del Reno. La tavola è stata consegnata a Luigi Bona, direttore del Museo, durante la premiazione tenutasi a Cartoomics.

Leggi anche: Star Wars: Il femminismo della Forza - perché Rey è un'eroina più forte di Luke Skywalker

Tanti eventi in programma fino a giugno

Star Wars: dal fumetto al cinema... e ritorno

Gli appassionati potranno poi divertirsi e approfondire le proprie conoscenze sul mondo di Star Wars grazie agli eventi organizzati in occasione della mostra: sabato 30 aprile (ore 16.30, ingresso libero) si svolgerà il dibattito Processo a Star Wars VII: nuovo cult o remake bollito?, mentre in occasione per festeggiare lo Star Wars Day, il prossimo 4 maggio, il museo resterà aperto fino a mezzanotte con numerose iniziative e sorprese.
Si prosegue poi con due giornate, sabato 7 e domenica 8 maggio, dedicate al mondo LEGO grazie a BrianzaLUG e AFDL che espongono i loro MOC (My Own Creation, costruzioni progettate dagli appassionati, senza istruzioni), mentre la settimana successiva un incontro ripercorrerà le tappe più importanti della storia dei fumetti di Star Wars. E poi ancora in programma lezioni di combattimenti con la spada laser, alla presenza di Darth Maul; un incontro a distanza con Chris Taylor, autore del saggio Come Star Wars ha conquistato l'Universo (Multiplayer Edizioni); e una speciale festa di chiusura con la 501st Legion Italica Garrison e Rebel Legion Italian Base.

Leggi anche: Star Wars, l'intervista al sound editor; il futuro è in buone mani

Star Wars: dal fumetto al cinema... e ritorno: a...
Star Wars: Il risveglio della forza: 10 cose da sapere per godersi davvero il blu-ray
Star Wars: BB-8 della Sphero si emoziona a guardare il film con te!
Privacy Policy