I fantasmi di Hollywood: i racconti da brivido delle star

Matthew McConaughey, Emilia Clarke, Salma Hayek, Kate Hudson e altre star hanno raccontato le loro esperienze con presenze invisibili. Tra porte che si chiudono da sole e apparizioni inquietanti, quindici storie ambientate in bellissime ville o alberghi dalla fama sinistra.

I fantasmi di Hollywood: i racconti da brivido...
Kate Hudson in una immagine del thriller soprannaturale Skeleton Key

Alcuni luoghi, più di altri, possono essere particolarmente suggestivi e suscitare inquietudine: il silenzio di certe case molto grandi, nelle quali una vecchia porta che si apre da sola, o un'ombra che scivola lentamente su una tenda possono far pensare che oltre a noi ci sia qualcuno che non vediamo. Un semplice rumore ascoltato nella quiete di un pomeriggio come tanti può sembrare quasi una voce che arriva da lontano, molto lontano. Anche alcuni alberghi, con le loro luci basse, i corridoi lunghi e poco illuminati e i segreti e le storie che si nascondono in ogni stanza, ci fanno sentire come se fossimo osservati da sguardi invisibili. Ed è anche così per altri luoghi più comuni: certe vecchie librerie, con i loro scaffali che odorano di carta e polvere, alcune case grandi o piccole, silenziose ma vive, con i loro corridoi bui in fondo ai quali sembra sempre che qualcuno ci stia osservando in silenzio, muovendosi appena.

Suggestioni simili saranno capitate a tutti, anche a chi nei fantasmi non crede, perché l'atmosfera di certe stanze, o le storie sinistre che impregnano le pareti di alcune case, possono avere qualcosa che mette i brividi addosso, che si tratti di una scalinata con un'eco spettrale, un mobile con le ante semichiuse, o una camera in penombra nella quale quasi nessuno riesce a fermarsi per più di qualche minuto. Succede a tutti, ma non tutti ne parlano apertamente, per timore di essere presi in giro o anche perché alcuni luoghi sono talmente tetri che si ha quasi timore di evocarli solo a parole.

Contenuto pubblicitario
Un'inquietante immagine del film Il messaggero - The Haunting in Connecticu

Alcune star - attori, registi, cantanti e altre personalità dello spettacolo e della cultura - non hanno mai fatto mistero della loro fascinazione per il soprannaturale, come Federico Fellini ad esempio, che in vita frequentava un personaggio controverso e affascinante come Gustavo Rol, che non voleva essere definito sensitivo, ma pare fosse capace di cose strabilianti e di comunicare con gli spiriti. Tanti divi (e dive) del passato sono state affascinate dall'occulto, mentre altri ne erano intimoriti, o ingigantivano alcuni episodi per farsi pubblicità, e lo stesso vale per le star di oggi: alcune di loro sono semplicemente superstiziose come Morena Baccarin o Emma Roberts, che ha raccontato di avere i suoi piccoli "rituali" per tenere a distanza i fantasmi, mentre altre hanno raccontato alcuni episodi davvero curiosi e affascinanti, che ci siamo divertiti a raccogliere qui sotto, come se fossero tante storielle da ascoltare a lume di candela e sorseggiando una cioccolata calda.

Leggi anche: Film maledetti: da Poltergeist a Il Corvo, dieci storie da incubo

Alcuni aneddoti vi faranno sorridere, come quelli di Matthew McConaughey e Dan Aykroyd, mentre altri, ne siamo convinti, vi faranno venire i brividi, come le storie di Lily Collins o del regista di Drive, Nicolas Winding Refn e tutte le altre, da Kate Hudson a Emilia Clarke, che si sono trovati a trascorrere brevi periodi in hotel dalla fama sinistra o in splendide ville dalle quali sono dovuti scappare.


Fantasmi - da Ryan Gosling a Salma Hayek, i racconti delle star (15 foto)

1 di 15 Emilia Clarke''Sentivo porte che sbattevano e cose del genere'' - ha raccontato l'attrice de Il trono di spade parlando del breve periodo in cui ha abitato nella casa del collega Michiel Huisman, una bellissima villa che si trova a New Orleans, e che lei riteneva fosse infestata. ''Te ne rendi conto perché in casa l'aria è molto pesante e umida.'' Ad Emilia serviva un posto dove stare durante le riprese di Terminator: Genysis, e Michiel gliel'ha affittata, certo che si sarebbe trovata bene in una casa così bella. ''Gli avevo chiesto se è vero che a New Orleans tante case sono infestate e lui mi aveva assicurato che la sua non lo era'' - ha detto durante un'intervista in TV - ''Beh, adesso che l'ho detto qui in trasmissione, lo sa...''


Film maledetti: da Poltergeist a Il Corvo, dieci storie da incubo
Halloween e serie TV: 15 episodi fuori di zucca!
Privacy Policy