Il cinema da leggere firmato dalla redazione di Movieplayer.it, il regalo last minute perfetto!

Sam Heughan, star di Outlander, rivela: "Per sei anni sono stato vittima di bullismo e molestie"

Sam Heughan, star della serie Outlander, ha rivelato online di essere stato a lungo vittima di bullismo e molestie.

NOTIZIA di 17/04/2020

Sam Heughan, star di Outlander, ha rivelato online di essere stato vittima di bullismo e stalking con un messaggio condiviso sui social media in cui spiega la sua complicata situazione e gli effetti che ha avuto sulla sua vita personale e professionale.

Il messaggio condiviso online inizia dichiarando: "Dopo gli ultimi sei anni all'insegna del costante bullismo, molestie, stalking e falsi notizie sono in difficoltà, sconvolto, ferito e devo parlare. Sta avendo degli effetti sulla mia vita, sul mio stato mentale ed è un problema quotidiano. I miei colleghi, i miei amici, la mia famiglia, me stesso e in pratica tutte le persone che hanno a che fare con me, hanno dovuto fare i conti con insulti personali, abusi, minacce di morte, stalking, condivisione di informazioni private e racconti spiacevoli e falsi".
Sam Heughan ha proseguito: "Non ne ho mai parlato perché credo nell'umanità e ho sempre sperato che questi bulli semplicemente se ne andassero. Non posso entrare nei dettagli per ovvi motivi legati a questioni legali ma sono dei professionisti: insegnanti, psicologi, adulti che dovrebbero sapere come comportarsi".

L'attore ha poi sostenuto che tra le notizie false apparse online ci sono quelle che provi a manipolare i propri fan, che sia in realtà omosessuale, che stia cercando di ottenere soldi con l'inganno e non stia tenendo in adeguata considerazione i problemi legati all'attuale periodo di emergenza che stiamo vivendo: "Non ho fatto niente di tutto questo. Sono solo un ragazzo normale e non ho nulla in comune con i personaggi che interpreto. Recentemente, come alcuni di voi possono sapere, sono stato in auto-isolamento alle Hawaii. Sono venuto qui prima del divieto che impedisce di viaggiare. Nessuno di noi sapeva quanto sarebbe stata complicata la situazione e mentre è peggiorata, seguendo i consigli di tutte le persone di cui mi fido, ho deciso di rimanere in un ambiente sicuro. Si è trattato di una decisione giusta. Sono al sicuro, isolato, non metto nessuno a rischio e non sono un peso per gli abitanti della comunità locale".
L'attore ha ribadito che sarebbe più pericoloso prendere 3-5 aerei per tornare nel Regno Unito, viaggio che richiede circa 20 ore, e rimanere bloccato in città, diventando un rischio anche per gli altri.

I bulli online sono però attivi da ben sei anni, diffondendo false notizie e importunando le persone che lo conoscono, tormentando i suoi colleghi e cercando costantemente di entrare negli account personali.
Sam Heughan ha comunque concluso il suo messaggio in modo positivo ribadendo: "Non possiamo fare molto in questo periodo e ho cercato di usare il mio seguito per offrire una voce alle organizzazioni che ne hanno bisogno e spero di aver dato a chi è in difficoltà un po' di intrattenimento o sollievo. A chi è ancora insoddisfatto suggerisco di non seguirmi più sui social. A ogni fan che sostiene me e il mio lavoro, GRAZIE. Sono grato, dal profondo del mio cuore. State al sicuro e per favore siate gentili nei confronti degli altri e di voi stessi".