Notti Bianche del Cinema il 2 e 3 luglio, la festa per la ripartenza #soloalcinema

Le notti del 2 e 3 luglio le sale si aprono a una grande festa per il cinema, a oggi sono 60 le sale di 25 città coinvolte in questa celebrazione del progetto di ripartenza nazionale #soloalcinema.

NOTIZIA di 25/05/2021

Un evento che rappresenterà un segmento fondamentale nel nuovo piano nazionale di riapertura delle sale cinematografiche #soloalcinema. Le Notti Bianche del Cinema, evento previsto per il 2 e 3 luglio, saranno un momento di socialità straordinario, per ricostruire un'identità collettiva.

Logo Notti Bianche Ok

Un grande appuntamento culturale, pensato per essere replicato durante l'anno con l'idea di trasferire al pubblico nuovo la magia e l'atmosfera unica della sala: "L'augurio migliore che possiamo fare alle Notti Bianche del cinema e a noi che da 20 anni lavoriamo nelle scuole con i ragazzi - dichiarano Gianluca Giannelli e Fabia Bettini di Alice nella città - è quello di sfruttare questa nuova spinta ideale, questo nuovo inizio, per far si che i bambini e i ragazzi si avvicinino, ancora, al cinema. Un incontro non sempre facile e comunque mai indifferente. E' una questione di adulti e adolescenti, di genitori e di figli, che produce incandescenze e sospensioni emotive che rendono uniche le visioni in sala".

Da Milano a Palermo, da Torino a Roma, dove la Regione Lazio parteciperà mettendo a disposizione uno spazio rinnovato di prossima apertura, sarà una vera e propria "festa" di mezza estate che passerà da Bologna a Napoli, da Livorno a Bari, da Pavia a Cuneo, da Savona a Cesena, da Caserta a Benevento e tante altre città che in questi giorni stanno aderendo al progetto come: Venezia, Torino, Brindisi, Rovigo, Fermo, Macerata, Ragusa, Sassari, Cagliari, Cosenza, Bologna e Taormina.

Le Notti Bianche del Cinema saranno 48 ore di eventi non-stop che prenderanno il via il 2 luglio alle ore 20.00 e che includeranno anteprime, incontri, omaggi, iniziative speciali e due maratone notturne con il coinvolgimento di tutte le professionalità del settore: esercenti, distributori, registi, artisti, sceneggiatori, giornalisti, critici e curatori di festival uniti per la ripartenza. Agli eventi che si svolgeranno nelle notti del 2 e del 3 luglio, dalle 23.30 alle 10.00 del giorno successivo, si accederà con un unico biglietto agevolato. Due le formule previste: il "bigliettone d'oro" al costo di 8 euro per la maratona notturna della sola notte del 2 luglio e il "bigliettone di platino" a 12 euro che darà accesso alla maratona notturna sia del 2 che del 3 luglio.

Tra le prime anticipazioni del programma: la "Notte d'Argento" organizzata in collaborazione con il David di Donatello e dedicata al maestro Dario Argento e ai suoi capolavori e il 3 luglio 2021 - grazie alla collaborazione di Medusa, RTI, Eagle Pictures e Titanus - in occasione del quarto anniversario della scomparsa di Paolo Villaggio, Volume Entertainment e il Socio Aci presenteranno nell'ambito la Maratona Fantozzi: proiezioni non stop dei film della mitica saga fantozziana: "Fantozzi", "Il secondo tragico Fantozzi", "Fantozzi contro tutti", "Fantozzi subisce ancora" e il docufilm "La voce di Fantozzi" con l'ultima interpretazione di Paolo Villaggio. Le proiezioni avranno luogo a Roma e nelle principali città italiane, con la presenza di numerosi ospiti speciali. La cerimonia di apertura avverrà alla presenza straordinaria della famiglia Villaggio che ha scelto questa significativa data per inaugurare, con una partecipazione eccezionale, una serie di iniziative che verranno annunciate nelle prossime settimane, promosse e realizzate in collaborazione con la società di eventi ONNI srl.

A sostenere il progetto, un'unica campagna di comunicazione nazionale che raccoglierà il programma delle proiezioni e degli eventi dal vivo.

Il progetto grafico della comunicazione delle Notti Bianche del Cinema è stata affidata alle idee degli studenti del Triennio in Graphic Design e Art Direction di NABA, Nuova Accademia di Belle Arti che, con la guida dei docenti del Laboratorio creativo, hanno elaborato nel corso del laboratorio, una proposta convincente, fortemente comunicativa e identificativa: "Abbiamo scelto come immagine la civetta - commentano gli studenti Susanna Cavenaghi, Camilla Rui, Claudia Veronelli, Edoardo Villa - perché nell'iconografia antica ha sempre rappresentato la saggezza, simbolo di Atena protettrice delle arti e delle lettere. Padrona della notte, sempre con gli occhi aperti su ciò che la circonda, curiosa e silenziosa. Il suo sguardo è incorniciato da due mani che gli permettono di vedere, scrutare, osservare. Azioni che, attraverso l'esperienza della sala, le persone potranno finalmente tornare a fare nei cinema".

"Dopo aver riaperto agli eventi in presenza con la 66ma edizione del David di Donatello, ambientata in due prestigiose location, lo storico studio Frizzi della Rai e il meraviglioso Teatro dell'Opera, l'Accademia del Cinema Italiano - dichiara la Presidente Piera Detassis -, che in questo anno difficile non ha mai smesso di accompagnare il soffio vitale del cinema e del suo futuro in sala, è felice di partecipare alla campagna #Soloalcinema e alla grande festa di riapertura affiancando le Notti Bianche, 48 ore fuori orario e nel rispetto di tutte le regole, ma soprattutto di condivisione, di festa e di libera circolazione di quelle visioni e immagini che tanto ci sono mancate. Sono anche felice di poter annunciare l'omaggio al maestro Dario Argento in programma per una speciale Notte d'Argento".

Tra gli eventi, come annunciato, anche una serie di incontri e presentazioni ideati e organizzati in collaborazione con i 100 autori, U.N.I.T.A a cui si aggiunge il contributo dell'ANAC: "Si comincia a vedere una via d'uscita dallo stato di emergenza - dichiara il presidente dell'Anac, Francesco Ranieri Martinotti - e le Notti Bianche del Cinema saranno un segnale potente per affermare che vogliamo tutti tornare a quella normalità dove il valore della cultura, del cinema, della socialità sono imprescindibili per le donne e gli uomini di tutte le generazioni, anche per chi non conosce il fascino della sala buia. Anche a questo serviranno Le Notti Bianche: attrici, attori, autrici, registi tutti insieme si metteranno in gioco per comunicare che la sala è un luogo sicuro e il migliore per assistere allo spettacolo del cinema". Tra gli autori hanno aderito all'iniziativa anche Giuliano Montaldo, Roberto Perpignani, Pupi Avati, Ricky Tognazzi e Carlo Verdone, che si uniscono a tanti artisti già confermati per gli incontri nelle diverse città: Giorgio Diritti, Susanna Nicchiarelli, Edoardo De Angelis, Francesco Bruni, Davide Ferrario, Gianfranco Cabiddu, Stefano Rulli e Sandro Petraglia, Vittoria Puccini, Pierfrancesco Favino, Paolo Calabresi, Vinicio Marchioni, Elena Sofia Ricci, Valentina Lodovini, Beppe Fiorello, Sabina Guzzanti, Edoardo Leo, Anna Valle, Ulisse Lendaro, Michela Cescon, Carlotta Natoli, Paola Minaccioni, Fabrizio Gifuni, Anna Foglietta, Thomas Trabacchi, Francesco Bolo Rossini, Giorgio Marchesi, Giorgio Pasotti, Alessandro Lunarelli, Marino Spada, Irene Ferri, Ignazio Oliva, Pietro Sermonti, Andrea Bosca, Camilla Filippi, Stefano Lodovichi, Aldo Giovanni e Giacomo, Francesca Marciano, Paolo Genovese, Wilma Labate, Stefano Reali, Matilde Gioli, Enza Negroni, Gianluca Jodice, Roan Johnson, Gualtiero Marino e Co., Silvio Soldini, Claudia Potenza.

Non solo un evento ma un reale momento di rilancio in cui per prima ha creduto e deciso di investire tutta l'industria. Gianluca Curti, Presidente nazionale di CNA Cinema e Audiovisivo, esprime grande soddisfazione per l'iniziativa alla quale i produttori indipendenti rappresentati dalla Confederazione hanno aderito con convinzione: "Il cinema è prodotto culturale ma anche, contemporaneamente, industria, occupazione e PIL. La riapertura delle sale cinematografiche porterà una boccata d'ossigeno al settore, ma sarà anche l'occasione per ripensare, per tutta la filiera, modelli di interazione e sviluppo della nuova fase industriale che ci apprestiamo a vivere. La sala cinematografica era, è e sarà il luogo dove il prodotto diventa esperienza individuale e collettiva, una esperienza che va tramandata alle generazioni future come contributo alla crescita collettiva della società".

Le sale cinematografiche saranno al centro del progetto: "Molte Sale della Comunità - dichiara don Gianluca Bernardini, Presidente dell'Associazione Cattolica Esercenti Cinema - hanno riaperto con il desiderio di riprendere il loro ruolo di presidio culturale e sociale per le comunità locali. In questo contesto, le Notti Bianche del Cinema, cui anche l'ACEC aderisce, possono rappresentare un volano per sostenere il lungo processo della ripartenza. Sarebbe bello che un'iniziativa come questa possa ripetersi anche in altri periodi dell'anno".

Il programma completo di Notti Bianche del Cinema verrà presentato nel corso di una conferenza stampa prevista il prossimo 23 giugno.