Joseph Gatt: la star de Il Trono di Spade è stata arrestata per comunicazione sessuale esplicita con un minore

Joseph Gatt è stato arrestato per comunicazione sessuale esplicita con un minore e si è dichiarato pronto a 'cooperare con la polizia per arrivare fino in fondo alla vicenda'.

NOTIZIA di 14/04/2022

L'arresto di Joseph Gatt, principalmente conosciuto per aver recitato ne Il Trono di Spade, è stato appena reso noto dal dipartimento di polizia di Los Angeles chiamato Internet Crimes Against Children Task Force. Le forze dell'ordine hanno arrestato l'attore con un mandato penale per comunicazione sessuale esplicita con un minore ai sensi del codice penale della California.

Nel comunicato delle forze dell'ordine, diffuso da varie testate statunitensi, si legge: "Il 6 aprile 2022, intorno alle 4:45, gli investigatori della divisione giovanile del dipartimento di polizia di Los Angeles hanno notificato un mandato di perquisizione residenziale a casa di Joseph Gatt nell'area della 3rd Street e La Jolla".

"Il mandato in questione è stato notificato dopo aver ricevuto informazioni sul fatto che Gatt era stato coinvolto in comunicazioni sessualmente esplicite online con un minore oltre i confini di stato", si legge nel comunicato. "Successivamente è stato arrestato dagli investigatori per un mandato penale in sospeso per il codice penale della California."

Non appena è stato reso noto il suo arresto, i rappresentanti di Joseph Gatt hanno diffuso le seguenti parole sui social media: "Voglio affrontare queste orribili accuse completamente false che sono state recentemente mosse contro di me. Sono al 100% categoricamente sbagliate e sconsiderate. Ho confermato gli errori e le informazioni fuorvianti nel comunicato stampa di oggi, sto cooperando pienamente con la polizia di Los Angeles per arrivare fino in fondo alla vicenda. Non vedo l'ora di riabilitare il mio buon nome. Grazie a tutti i miei amici e sostenitori che sanno che questo non è vero e capiscono che per motivi legali non posso commentare ulteriormente sui social media".