It: stasera su Italia 2 appuntamento con la miniserie horror con Tim Curry

Stasera su Italia 2, a partire dalle 21:20, torna It, la miniserie horror datata 1990, tratta dall'omonimo romanzo di Stephen King, con Tim Curry nei panni del pagliaccio malefico.

NOTIZIA di 20/03/2021

Stasera su Italia 2 torna It, la miniserie horror diretta nel 1990 da Tommy Lee Wallace, un appuntamento televisivo consueto ma sempre molto gradito ai fan del genere. E dalle 21:20 si andrà avanti fino all'1:00 di notte, perchè Mediaset manderà in onda lo show integralmente.

Tim Curry è Pennywise in IT
Tim Curry è Pennywise in IT

It ha una trama nota a tutti perchè tratta dall'omonimo romanzo del re dell'horror Stephen King (la miniserie è la prima trasposizione). A Derry, una piccola cittadina del Maine, sette ragazzini alla ricerca di avventure commettono l'imperdonabile errore di risvegliare una presenza malefica con le sembianze di un clown. It, il pagliaccio assassino (come verrà nominato nell'edizione italiana), comincia a seminare morte e terrore, almeno fin quando il gruppo di giovanissimi non capisce come fermarlo. La tregua, però, non durerà in eterno e 30 anni più tardi quegli stessi sette amici si troveranno ancora una volta a dover fronteggiare il terribile clown.

It, pur non impeccabile dal punto di vista tecnico e stilistico, è diventata negli anni un vero e proprio cult per gli amanti dell'horror. Dimenticate gli effetti speciali rudimentali, lasciate da parte una sceneggiatura, adattata dal regista Tommy Lee Wallace e da Lawrence Cohen, infarcita di battute meno raffinate dell'originale, fingete di non notare le troppe e pesanti differenze rispetto al romanzo di Stephen King: nonostante i molteplici difetti, It è riuscita, per esempio, nel 2004 a volare al primo posto in una classifica composta dalle serie tv più spaventose mandate in onda sulle reti americane, sbaragliando addirittura la concorrenza di Twin Peaks e X-Files. Il merito e il motivo di un così grande attaccamento della sua fanbase? Forse, più di Wallace, allievo neppure troppo ispirato di Carpenter in alcune produzioni minori, va riconosciuto tutto a quell'incredibile maschera di Tim Curry.