Harry Potter e la camera dei segreti: stasera su Italia1 il secondo film della saga

Stasera su Italia1 alle 21:20 torna l'appuntamento con le avventure di Hogwarts grazie a Harry Potter e la camera dei segreti, il secondo film della saga.

NOTIZIA di 13/01/2022

Continua, stasera su Italia1 alle 21:20 con Harry Potter e la camera dei segreti, l'ormai imperdibile maratona annuale che Mediaset dedica al maghetto più famoso del mondo, cominciata la scorsa settimana con buoni risultati in fatto di ascolti.

Kenneth Branagh, Daniel Radcliffe e Rupert Grint in una scena di Harry Potter e la camera dei segreti
Kenneth Branagh, Daniel Radcliffe e Rupert Grint in una scena di Harry Potter e la camera dei segreti

Tratto dal romanzo omonimo della saga creata da J.K. Rowling, Harry Potter e la camera dei segreti ci riporta ad Hogwarts, la scuola di magia e stregoneria, insieme ad Harry per il suo secondo anno scolastico. Harry decide di non ascoltare le raccomandazioni dell'elfo domestico Dobby (uno dei personaggi più amati dal pubblico che compare per la prima volta proprio in questo film) e di tornare, attraverso mille difficoltà, al Castello. Ma si renderà subito conto che non lo aspetta un anno semplice: la camera dei segreti, un luogo misterioso costruito da Salazar Serpeverde, uno dei fondatori della scuola, è stata riaperta. Al suo interno, leggenda vuole che si nasconda un terribile mostro in grado di uccidere chiunque incontri sul suo cammino. Saranno proprio i tre amici a provare a sconfiggerlo, mentre Harry si troverà, ancora una volta, al cospetto di Lord Voldermort. Il giovane mago riceverà aiuti inaspettati dal preside della scuola, Albus Silente, che lo aiuteranno a combattere contro il Signore Oscuro.

Arrivato a un anno di distanza dal primo capitolo, La camera dei segreti, ancora diretto da Chris Columbus, più cupo del primo, ha ottenuto un trattamento più benevolo da parte della critica, anche se, nonostante il favore del pubblico, con i suoi 878.979.634 dollari non è riuscito a battere nè gli incassi de La pietra filosofale, nè il numero di candidature ai vari premi.