Green Pass: dal 6 agosto sarà obbligatorio anche per andare al cinema

Dal 6 agosto in Italia il Green Pass sarà obbligatorio per poter accedere a diversi luoghi al chiuso, inclusi i cinema, così come palestre, piscine, bar e ristoranti al chiuso.

NOTIZIA di 23/07/2021

Con l'aumentare dei nuovi contagi, il nuovo decreto del Governo rende obbligatorio il Green Pass a partire dal 6 agosto 2021 per l'accesso a determinati locali, tra cui i cinema, ma anche attività ed eventi.

La minaccia della variante Delta diventa sempre più concreta, e potrebbe rallentare il "ritorno alla normalità" per gli italiani. E per ora, l'unica soluzione contro un'ulteriore espansione di contagi da COVID sembra essere proprio il vaccino.
"Circa due terzi degli italiani con più di 12 anni ha ricevuto una dose, oltre la metà ha completato il ciclo vaccinale" ha dichiarato il Presidente del Consiglio Mario Draghi in conferenza stampa, e ha poi continuato "La campagna vaccinale ha permesso all'economia di riprendersi. Invito tutti gli italiani a vaccinarsi e a farlo subito per proteggere se stessi e le proprie famiglie".

Sala Cinema Covid
Misure di sicurezza anti Covid-19 in una sala cinematografica

Per questo, per garantire maggiore sicurezza soprattutto in luoghi chiusi e in grado di contenere un gran numero di persone, e permettere al tempo stesso che l'economia possa continuare nella sua ripresa senza ricorrere ad ulteriori chiusure, il nuovo decreto renderà obbligatorio a partire dal 6 agosto il possesso del Green Pass per accedere a luoghi come cinema, teatri, musei, piscine ma anche fiere, convegni, sagre, competizione sportive, concerti e stadi.
Inoltre, sarà necessario per consumare al chiuso in bar e ristoranti se seduti al tavolo, mentre non è obbligatorio per il consumo al bancone.

Per quanto riguarda la validità del certificato, questo sarà effettivo dopo aver ricevuto almeno una dose di vaccino (con validità di 6 mesi, che scatteranno dalla data del richiamo); chiunque abbia fatto un tampone con risultato negativo nelle precedenti 48 ore (che avrà validità di 48 ore); e chiunque sia già guarito dal COVID nei precedenti 6 mesi (qui la validità sarà di 6 mesi).

Continuano gli ingressi contingentati per spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, da concerto e cinematografiche, nonché in "locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali o spazi anche all'aperto" si legge sul sito del Governo. Il tutto previa preassegnazione dei posti e con rispetto della distanza di sicurezza di almeno un metro per gli spettatori non conviventi e per il personale.

Tornano poi i colori, e sulle differenze tra zona bianca e zona gialla per le attività sopracitate questi sono i parametri restrittivi: "In zona bianca, la capienza consentita non può essere superiore al 50 per cento di quella massima autorizzata all'aperto e al 25 per cento al chiuso nel caso di eventi con un numero di spettatori superiore rispettivamente a 5.000 all'aperto e 2.500 al chiuso."

"In zona gialla la capienza consentita non può essere superiore al 50 per cento di quella massima autorizzata e il numero massimo di spettatori non può comunque essere superiore a 2.500 per gli spettacoli all'aperto e a 1.000 per gli spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala. Le attività devono svolgersi nel rispetto di linee guida adottate".

Il Governo ha inoltre deciso di prorogare fino al 31 dicembre 2021 lo stato di emergenza nazionale.