Giampiero Galeazzi è morto: il giornalista sportivo aveva 75 anni

Giampiero Galeazzi, 75 anni, è morto oggi 12 novembre 2021: l'ex giornalista sportivo della RAI soffriva da tempo di una grave forma di diabete

NOTIZIA di 12/11/2021

Giampiero Galeazzi è morto oggi, 12 novembre 2021: la notizia è stata diffusa sul web da alcuni suoi colleghi. Storico giornalista e telecronista Rai aveva 75 anni e da tempo era affetto da una grave forma di diabete. Gli sportivi lo ricordano affettuosamente come 'bisteccone', per la sua mole.

Giampiero Galeazzi era nato a Roma il 18 maggio 1946, laureato in Economia con tesi in statistica e per un breve periodo aveva lavorato alla FIAT nell'ufficio marketing e pubblicità prima di approdare in RAI come giornalista. Da sportivo è stato un professionista nel canottaggio, nel 1967 vinse il campionato italiano nel singolo e nel 1968 partecipò anche alle selezioni per le Olimpiadi di Messico.

Approdato alla RAI, fu uno degli inviati alle Olimpiadi del 1972 a Monaco di Baviera per commentare alla radio la sua disciplina, il canottaggio. Nel 1976 fu uno degli inviati della Domenica Sportiva condotta da Paolo Frajese.
Nel 1986, trovandosi a Reykjavík per una partita della Juventus, svolse per la Rai uno dei suoi pochi servizi giornalistici non sportivi come inviato all'incontro fra Gorbačëv e Reagan.

È stato telecronista del tennis e del canottaggio, commentatore indimenticabile dei successi olimpici dei 'Fratelloni Abbagnale', come li chiamava lui. In TV ha condotto Cambio di campo e, fino al 1999, 90º minuto nello studio di Domenica In. Nella stagione 2009/2010 è stato commentatore calcistico sempre per 90º minuto assieme a Franco Lauro e in Replay con Zibi Boniek.

Nel 1996 ha partecipato come ospite alla 46ma edizione del Festival di Sanremo condotto da Pippo Baudo, e ha prestato la sua inconfondibile voce a Mr. Swackhammer, antagonista principale del film Space Jam.