Chi l'ha visto su Ylenia Carrisi: il caso stasera su Rai 3

Chi l'ha visto? torna stasera su Rai3 alle 21,20 con il caso di Ylenia Carrisi, la figlia di Albano Carrisi e Romina Power scomparsa a New Orleans il 31 dicembre del 1993.

NOTIZIA di 06/11/2019

Chi l'ha visto? torna stasera su Rai3 alle 21.20 con il caso di Ylenia Carrisi, balzato agli onori della cronaca alle prime luci del 1994, anno in cui la figlia primogenita di Albano Carrisi e Romina Power scomparve in circostanze misteriose a New Orleans. Da allora tanto si è scritto e detto, ma mamma Romina non ha mai perso la speranza di riabbracciare sua figlia viva.

Nella puntata odierna di "Chi l'ha visto?" sarà analizzata una foto che simula l'invecchiamento di Ylenia Carrisi. Nei giorni scorsi Romina Power, attraverso il proprio profilo Instagram, aveva lanciato un nuovo appello: "Ylenia è nata nel mese di Novembre. Aveva 23 anni quando è scomparsa. Non ho mai abbandonato la speranza di poterla riabbracciare. So che da allora è sicuramente cambiata, ma se qualcuno riconoscesse una donna che somiglia a questa ragazza, per favore contattatemi. Grazie, e condividete se potete".

Come è scomparsa Ylenia Carrisi? Ylenia Carrisi è scomparsa nel nulla a New Orleans il 31 dicembre 1993 e la sua immagine, quella di una ragazza bionda, dal sorriso dolce e dallo sguardo intenso, è ferma a 26 anni fa ed è diventata il volto di uno dei misteri più complessi degli ultimi 30 anni. Il volto di Ylenia Carrisi oggi però sarebbe quello di una donna di 50 anni, una donna che nessuno ha smesso di cercare e che Romina Power conta di rivedere, un giorno.

L'ultima volta che Ylenia parlò con sua mamma Romina (e con altri membri della famiglia Carrisi) fu il 1 gennaio del 1994 (in Louisiana, dove si trovava la ragazza, era ancora il 31 dicembre a causa del fuso orario). Se il giorno precedente Ylenia aveva avuto una spiacevole discussione con suo padre Albano, l'ultima telefonata fu più tranquilla. Il personale dell'albergo in cui Ylenia alloggiava insieme ad un musicista di strada, Alexander Masakela, la vide uscire il 6 gennaio intorno a mezzogiorno, lasciando tutti gli effetti personali e documenti in camera. Fu proprio su Masakela che caddero i primi sospetti relativi alla scomparsa di Ylenia Carrisi: l'uomo 54enne, successivamente scomparso dopo un breve periodo di detenzione in carcere, aveva precedenti per droga e abusi sessuali, era conosciuto come una sorta di "guru" spirituale ed esercitava una notevole fascinazione su Ylenia. Una fascinazione che i suoi genitori comprensibilmente non vedevano di buon occhio e che portò a numerosi litigi tra loro e la ragazza. Va detto infatti, che Ylenia e Masakela si erano conosciuti durante un precedente soggiorno a New Orleans in cui la ragazza era con i genitori, e fu in quell'occasione che loro si resero conto dell'influenza negativa che il musicista aveva sulla figlia.
Della scomparsa di Ylenia Carrisi "Chi l'ha visto?" si era già occupato in passato, ottenendo qualche testimonianza su Masakela, descritto come un uomo violento e manipolatore, che era solito plagiare ragazze delle quali poi abusava. Oggi vive sotto falsa identità. Un'altra testimonianza importante arrivò dal guardiano notturno di un grosso acquario di New Orleans, il quale dichiarò di aver visto una ragazza bionda gettarsi nel Mississippi la sera del 6 gennaio 1994.