Avatar 2, James Cameron sui sequel: "La pressione è così tanta che mi verrebbe da piangere"

James Cameron ha parlato di Avatar 2 e della enorme pressione insita nella realizzazione dei sequel che, a tratti, lo spingerebbe a sedersi e a mettersi a piangere.

NOTIZIA di 22/04/2021

Non è facile essere James Cameron. Ogni nuovo successo, infatti, ha fruttato al regista aspettative sempre più alte che hanno raggiunto il culmine con la progettazione dell'universo di Avatar e dei suoi sequel, tra cui l'atteso Avatar 2. Secondo Cameron, la pressione, a volte, sarebbe talmente elevata da spingere il regista a sedersi e a mettersi a piangere per l'ansia.

James Cameron è uno dei registi di maggiore successo nella storia del cinema. Aver realizzato titoli quali Titanic e Avatar, però, lo ha reso ancora più umano e ha aumentato la pressione che il regista sente sulle sue spalle in occasione della progettazione di ogni nuovo film. Durante la sua partecipazione al The Tonight Show Starring Jimmy Fallon, Cameron si è soffermato a discutere sui sequel di Avatar e ha ammesso di sentire una pressione del tutto particolare: "La pressione è troppa. A volte mi verrebbe voglia di sedermi alla scrivania e mettermi a piangere", ha scherzato il regista.

James Cameron ha terminato le riprese di Avatar 2 e di Avatar 3, che sono stati girati in contemporanea, e, al momento, è impegnato con la postproduzione dei suoi film. La sua speranza è che le aspettative dei fan vengano rispettate: "Abbiamo provato a rimanere fedeli allo spirito che ha portato il pubblico ad amare il primo film e lo abbiamo traslato in nuovi scenari. Ho provato a combinare aspetti che ho amato durante la lavorazione di Avatar e in occasione delle mie riprese negli oceani".

A proposito di Avatar, Jimmy Fallon ha ricordato a James Cameron la strana staffetta che ha portato il titolo a perdere il primato come film con l'incasso più alto nella storia del cinema a favore di Avengers: Endgame e a recuperare il primo posto sul podio dopo la sua nuova distribuzione in sala in Cina. Sull'importanza della sala cinematografica per i blockbuster, il regista ha dichiarato: "La speranza è che sia possibile portare la gente al cinema e che le sale possano resistere e rimanere in vita fino ad allora. Poi sarà la grande scrittura e la grande regia a sottolineare la differenza tra lo streaming e la sala. E, soprattutto, non dimentichiamo che andare in sala è, prima di tutto, un'esperienza sacra".

A proposito delle riprese in Nuova Zelanda dei sequel di Avatar, Cameron ha dichiarato: "Siamo stati abbastanza fortunati perché abbiamo interrotto la lavorazione a marzo 2020 ma l'abbiamo ripresa a giugno dello stesso anno. In Nuova Zelanda è andata bene e siamo riusciti a lavorare con tranquillità". Avatar 2 arriverà in sala il 16 dicembre 2022; ad Avatar 3, invece, toccherà attendere il 20 dicembre 2024.