X Factor 13, parlano Giordana Petralia e Nicola Cavallaro, gli eliminati durante della sesta puntata live

X Factor 13, la nostra intervista a Giordana Petralia e Nicola Cavallaro, i due concorrenti eliminati al sesto live del programma.

INTERVISTA di 30/11/2019
X Factor 13 Giuria Al Sesto Live
X-Factor 13: un'immagine del sesto live

Arrivare al sesto live di X Factor 13 significa essere agli sgoccioli e la gara per arrivare alla finale del 12 dicembre si fa sempre più spietata. Durante questo live ci sono state ben due eliminazioni che hanno visto fuori dai giochi Giordana Petralia, del gruppo Under Donne e che era già a rischio dalla scorsa settimana, e Nicola Cavallaro della categoria Over.

I due, che hanno avuto a che fare con diversi ballottaggi durante questo percorso, hanno lottato con tutte le forze per arrivare all'ambita finale senza, però, riuscire nel loro intento e lasciando il talent a due settimane dalla finale e dalla vittoria tanto ambita.

X Factor 2019: chi sono gli eliminati del sesto Live, ieri sera su Sky Uno

Chi sono Nicola e Giordana

X Factor Sesta Puntata Eliminata Giordana
X-Factor 13: un'immagine del sesto live

Giordana Petralia, prima eliminata del sesto live, è stata eliminata dopo il ballottaggio (l'ennesimo) con Davide Rossi, dimostrando di essere un vero e proprio caterpillar in tutti i sensi. Molto giovane, diciassette anni appena, Giordana conosce la musica sin da quando era bambina, è in grado di suonare anche molti strumenti tra cui l'arpa, da lei soprannominata affettuosamente Daphne, che è la sua anima gemella: "Daphne è il mio punto di forza. Continuerò a seguire il mio percorso artistico con lei. Qui dentro, a X Factor, ho cercato di trovare la mia strada e, facendo vari generi, ho capito che la mia strada è con Daphne. Metterla da parte per un periodo mi è servito per dimostrare alla gente che non è mai stata un punto a sfavore".

X Factor Sesto Live
X-Factor 13: un'immagine del sesto live

Nicola Cavallaro, classe 1991, si è messo alla prova più volte in passato, arrivando anche a partecipare a ben due talent, dato che prima di X Factor 13 ha presenziato anche a The Voice Francia: "Il fatto di partecipare a due talent è una cosa più personale: non è facile ripetere un'esperienza del genere, perché comunque si ha a che fare con un meccanismo che ti stressa non poco, senti la pressione mediatica, ecc... Ho fatto il primo talent all'estero perché, al di là della conoscenza della lingua francese, ho voluto mettermi in gioco in un momento in cui credevo di volere un album che potesse essere pubblicato più fuori Italia. Ora ho avuto il piacere e l'onore di ritornare in Italia, perché non avrei mai voluto abbandonarla, è la mia patria. Non è tanto facile per me perchè comunque esci da un talent e non dici 'ora ne rifaccio un altro'. Però sono due esperienze molto differenti, hanno un meccanismo diverso. Qui ho sentito parecchio l'appartenenza forzata al loft che è un fattore di stress non indifferente".

Ma, oltre alla sua carriera artistica, Nicola ha un passato da paracadutista e attualmente studia medicina: "Il fatto di studiare medicina è nato da un percorso che è partito da prima, da quando sono stato nell'esercito come paracadutista. Dopo aver vissuto tutta una serie di cose che cambiano un diciannovenne e che mi hanno fatto crescere tantissimo, ho giocato con l'altro lato della medaglia. Mi sono messo in gioco, credo di essere un soggetto molto empatico e l'idea di aiutare le persone mi ha sempre stimolato. La musica credo che sia il mezzo che, per quello che sono, per la mia persona e la mia capacità, sia in grado di salvare le persone nella miglior maniera possibile. Mi sento di affermare che il mio sogno principale e che mi fa battere il cuore fino all'infinito è la musica".

X Factor 13: i brani inediti proposti durante la quinta puntata live

La loro esperienza ad X Factor e le tante critiche

X Factor Seconda Eliminazione Sesto Live
X-Factor 13: un'immagine del sesto live

Tra i vari concorrenti che sono arrivati fino alla puntata di ieri sera, Giordana e Nicola possono rientrare nella cerchia di quelli che sono stati più criticati. Soprattutto ieri sera, Nicola è stato colui che ha subìto diverse critiche per la sua performance di The Sound of Silence, soprattutto da Malika Ayane che lo ha definito mancante della parte emotiva: "Devo dire che, in realtà, non ho molto capito questo commento. Io ero molto emozionato nel senso positivo del termine, The Sound of Silence per me vuol dire tanto, perché nei momenti più bui della mia vita mi ha accompagnato tantissimo. Mi dispiace che non sia arrivato, io stesso riguardandomi mi sono visto con gli occhi lucidi, mi sono visto carico di emozioni; poi entriamo nel campo del de gustibus e io lì purtroppo devo fare un passo indietro". Nonostante l'accaduto di ieri sera, "Ho cercato di vivere il tutto con un minimo di leggerezza, e di prendere le critiche come un motivo per migliorarsi, anche perché non sono state in effetti molto poche. Come ho detto poi sul palco, chi sceglie di fare questo mestiere deve capire che le critiche arriveranno sempre perché non si può piacere a tutti, quindi ho cercato di viverle come qualcosa che potesse aiutarmi a migliorare".

Giuria X Factor 13 Sesto Live
X-Factor 13: un'immagine del sesto live

Anche Giordana è stata spesso nel mirino delle critiche, soprattutto da parte di Samuel: "Ci sono stati molti giudizi negativi: all'inizio sono arrivati molti complimenti, ma nel momento in cui il gioco si è fatto sempre più difficile, alcuni giudici, secondo me, hanno organizzato alcune strategie e sono iniziati i commenti un po' più 'pesanti'. In generale, le situazioni più difficili le affronto sempre a testa alta, sono molto forte, cerco di prendere sempre la positività anche nelle situazioni difficili, e secondo me ne sono uscita vittoriosa. In particolare, comunque, mi riferisco specialmente a Samuel, che ha iniziato con il primo live dicendomi che gli avevo fatto ricordare i motivi per cui amava la musica e poi se n'è uscito dicendomi come se avessi perso ciò che sono, come se dovessi ritrovarmi. Non l'ho trovato molto coerente nei suoi giudizi nei miei confronti, e un po' mi è dispiaciuto e non me lo aspettavo da parte sua".

Logoxf13001
X-Factor 13: uno scatto dalla prima puntata

Tuttavia, oltre a loro c'è un concorrente che ieri sera è stato messo all'angolo dalle critiche, Eugenio Campagna. Dopo la sua disastrosa interpretazione di Cosa mi manchi a fare di Calcutta, al giovane romano sono state accusate imprecisioni che egli non voleva forse accettare, accusando una gran stanchezza. In merito alla faccenda, per Nicola "Credo che Eugenio si sia un attimino lasciato andare per una questione di stress, ognuno la vive un po' a proprio modo. Mi dispiace sicuramente perché avevo legato con lui e non credo si sia fatto una bellissima pubblicità ma sono sicuro che si farà valere sul palco la prossima volta", mentre per Giordana, con cui ha avuto qualche bisticcio durante la permanenza al loft "Entrambi abbiamo dei caratteri un po' forti e magari anche per la minima cosa nascevano incomprensioni e c'erano dei piccoli battibecchi. Quindi, sotto questo punto di vista penso che Eugenio stia sentendo lo stress, sente di essere rinchiuso in un loft senza contatti con nessuno e questa cosa gli sta pesando. Poi, ognuno ha il suo modo di mostrare lo stress e molte volte non mi trovavo d'accordo con i suoi atteggiamenti, però il fatto di giustificare è una cosa che fa parte del suo essere: penso che non voglia accettare il fatto che molte volte capita di sbagliare, perché sbagliare è umano".

Inediti X Factor 13 Sesto Live
X-Factor 13: un'immagine del sesto live

In ogni caso, per entrambi i ragazzi c'è qualcosa del loro essere che è stato frainteso. Secondo Nicola "Personalmente speravo di essere compreso meglio. Nel senso, mi è umanamente dispiaciuto un po' di essermi visto galvanizzato da parte loro un po' più di una volta, perché comunque ho sempre visto i giudici abbastanza duri nei miei confronti, ma è una cosa che ho visto sinceramente già dalle audition. Quindi, il rapporto, umanamente parlando, quando ci incontravamo è stato sempre cortese, gentile ed educato, come giusto che sia. Sul palco, magari qualche carezza in più mi avrebbe sicuramente aiutato" aggiungendo che "Credo che un personaggio come il mio, con la barba, alto un metro e 85, tutte queste cose a volte incute la visione di una corazza, del vichingo che vuole essere spavaldo, ma in realtà è l'opposto. Dico sempre di andare oltre tutti questi fattori. Secondo me un po' sono stato letto come 'troppo sicuro', questa prorompenza nella voce sia stata letta forse come esuberanza anche se non era così". Per quanto riguarda Giordana "C'è qualcosa che non è stato capito. Secondo me molti lati del mio carattere non sono stati capiti. Mi hanno forse presa come una persona egocentrica quando non è per niente così e sono sicura di ciò che sono e magari questa sicurezza è stata fraintesa agli occhi della gente. Mi sono sempre mostrata per ciò che sono realmente".

X-Factor 13, parlano i Seawards, il gruppo eliminato durante la quarta puntata live

Il rapporto con il proprio coach

Logo4Puntataxf13Julehering089
X-Factor 13: Un'immagine del quarto live

I due concorrenti, durante questo talent show, hanno gareggiato in due gruppi diversi, Giordana in quello degli Under Donna, capeggiato da Sfera Ebbasta, e Nicola in quello degli Over, guidato dalla veterana Mara Maionchi. Entrambi hanno creato un bel rapporto con i propri coach: se per Nicola, che non ha avuto possibilità di parlare con la Maionchi dopo l'eliminazione ha dichiarato "Riguardo il fattore percorso sicuramente non avrei eseguito Happy, perché è un brano in cui siamo riusciti in qualche modo, attraverso degli escamotage, mettere personalità in un brano del genere che era completamente cantato in falsetto, sonorità particolare. Sicuramente non avrei fatto quella scelta. In ogni caso ho sempre rispettato Mara perché a livello di professionalità non le si può dir nulla", per Giordana "Fin dall'inizio ho sempre creato un intimo rapporto con lui, l'ho sempre visto come un fratello maggiore, come punto di riferimento durante questo percorso, perché era sempre pronto a sostenermi".

Il futuro dopo X Factor e il possibile vincitore

Inediiti Sesto Live X Factor 13
X-Factor 13: un'immagine del sesto live

Quando un talent intenso come X Factor finisce, si corre il rischio di trovarsi allo sbando, senza sapere bene che strada prendere. Eppure i due concorrenti sanno bene come impostare il proprio futuro: per Nicola, infatti, "Ho partecipato ad X Factor con l'idea di trovare definitivamente la mia cifra stilistica dal punto di vista musicale. Io ho affrontato un percorso fuori, un disco, ecc, in un periodo in cui ho cercato la mia miglior modalità di espressione, per quel che mi riguardava. Credo di aver trovato ad X Factor effettivamente il mio stile, che è quello dell'underground, del moderno, che ha e mantiene un retrogusto verso il rock, il soul, il blues come un po' tutti i brani che ho portato sul palco. In questo momento, credo che mi prenderò un attimo di tempo per scrivere in questa direzione, perché credo che uno dei passi più sbagliati da fare dopo questa esperienza è avere fretta. È vero che bisogna battere il ferro finché è caldo, ma batterlo con molta forza o male non porterebbe a nulla. Mi prendo un po' di tempo, scrivo e ragiono sulle mie prossime mosse". Per Giordana, che avendo diciassette anni dovrà tornare a scuola, "Penso che sia questo il momento in cui uno debba lavorare al massimo per realizzarsi. Io voglio lavorare dal punto di vista della scrittura, sullo scrivere i miei testi, perché a livello di composizione mi piace molto scrivere la musica, ma non sono molto facilitata su questo. Voglio studiare per fare questo, far uscire i miei singoli e, chissà, anche dei dischi, mi concentrerò molto sulla mia eventuale discografia. Mi piacerebbe frequentare qualche accademia di scrittura, per poter scrivere i miei pezzi. Farò comunque uscire al più presto dei brani e cercherò di rimanere sempre aggiornata con le cover anche sui social". Per quanto riguarda il toto-vincitore/trice, per entrambi la meritevole è Sofia Tornambene. Secondo Nicola_ "Io credo che Sofia il concorrente che ripone più chance, perché credo che possa attanagliare un grande bacino d'utenza di pubblico, perché può convincere i ragazzini come può convincere l'adulto. Scrive, ha una bella voce e secondo me la contraddistingue l'umiltà", mentre per Giordana, con cui ha condiviso la categoria del talent, "Secondo me vince Sofia perché a livello di personaggio piace molto sia ai ragazzi che agli adulti e con la sua semplicità arriva al cuore della gente: ha buone probabilità per vincere"_.