Blood & Truth, la recensione: azione, VR e tanto piombo

La recensione di Blood & Truth, videogioco di London Studio, splendida dichiarazione d'amore al cinema action.

RECENSIONE di 05/06/2019
Blood Truth 1
Blood & Truth: un'immagine del videogioco

In questa recensione di Blood & Truth ci troviamo a parlarvi di un prodotto videoludico che più che un videogioco ci sembra una delle più belle dichiarazioni d'amore al cinema d'azione che abbiamo mai visto. Blood & Truth è uno sparatutto in VR ben realizzato ed estremamente adrenalinico, prodotto da London Studio (le menti dietro SingStar) che amplia e porta ad un livello altissimo l'esperienza che la maggior parte dei possessori del PS VR hanno vissuto e amato in The London Heist, uno dei giochi esperienza contenuti in VR Worlds. Se siete amanti dei film d'azione, non potete proprio perdervi questo titolo che di certo mantiene ciò che promette ma sopratutto regala momenti di puro divertimento che vi impediranno di togliervi il visore fino al punto in cui sentirete proprio di non farcela più.

38012015632
Blood & Truth: un'ambientazione del videogioco

Una trama semplice e funzionale

Con il visore ben calato in testa e gli auricolari nelle orecchie, venite immediatamente catapultati in un altro mondo. La musica incalzante degna di Mission: Impossible e un menù particolarmente suggestivo mettono fin dall'inizio le cose in chiaro facendovi capire che sparatorie e azione arriveranno presto. Per quanto riguarda la trama di Blood & Truth, venite calati fin da subito nei panni di Ryan Marks, ex soldato scelto dell'esercito che torna a casa per partecipare al funerale del padre. È palese già dopo pochi minuti che non facciamo parte di una normale famiglia benestante: nostra madre, i nostri fratelli e noi veniamo, infatti, minacciati da un losco individuo e dai suoi scagnozzi che mirano ad impossessarsi dei non proprio puliti affari del nostro defunto padre. Inizierà così una guerra tra la famiglia Marks e l'associazione di stampo mafioso concorrente che ripercorriamo per buona parte della trama del videogame grazie a flashback e qualche altro escamotage narrativo che preferiamo non anticiparvi.

Sentirsi in un film

Blood And Truth Explosion 1024X575
Blood & Truth: cattura di un'esplosione

Blood & Truth ha diversi e notevoli punti di forza, uno di questi è la regia. Man mano che procediamo con la storia ci rendiamo pienamente conto di quanto azione e momenti narrativi siano estremamente ben bilanciati, è impossibile annoiarsi e tantomeno mollare pad e visore prima dell'effettivo bisogno fisico di farlo. Certo la trama può risultare piuttosto scontata, specialmente in alcuni momenti, ma ci sembra un peccato più che perdonabile di fronte all'eccellente esperienza proposta. Credeteci se vi diciamo che ripercorrendo le vicende in prima persona di Ryan Marks vi sentirete esattamente come in un action movie: vi calerete dal soffitto, striscerete nei condotti d'areazione come in Mission: Impossible e sparerete a chiunque si pari sul vostro cammino sentendovi John Wick. A rendere il tutto ancora più convincente l'ottima grafica, apprezzabile con Play Station 4 Pro ma penalizzata dalla risoluzione della PS4 base, e la possibilità di utilizzare i Playstation Move per gestire mani e armamenti. Questi ultimi sono vivamente consigliati ma non necessari, ovviamente potete utilizzare anche il semplice pad, limitando però non poco i movimenti possibili e incappando in una più macchinosa gestione degli strumenti a propria disposizione.

Qualche piccola avvertenza

Blood & Truth non è un open world ma uno sparatutto piuttosto classico, quindi tutta la storia si muove su binari prestabiliti. Nei momenti d'azione, anche grazie al Playstation Move, possiamo scegliere come impugnare la nostra arma ma non abbiamo libero arbitrio su quanto riguarda il nostro percorso: non possiamo tornare indietro, solo spostarci in avanti e di lato in punti presegnalati (forse anche per evitare il motion sickness che diversi giochi per VR causano a molti), ciò che lasciate indietro è perso e non ci potrete più fare nulla. Nelle azioni che richiedono maggiore velocità e concitazione non sarete più voi a muovere il personaggio che andrà avanti da solo su un percorso fluido il cui unico vostro compito sarà quello di sparare, sparare e ancora sparare! Perfetta per questo scopo è la possibilità di rallentare il tempo per un paio di secondi in modo da poter ricaricare l'arma o piazzare un bel colpo di precisione conferendo ad alcuni momenti una nota di epicità che non dispiace di certo.

Conclusioni

Per riassumere la nostra recensione di Blood & Truth possiamo dire che questo titolo ci ha stupiti positivamente. Una vera dichiarazione d’amore al cinema d’azione, divertente e coinvolgente che permette di vivere efficacemente e in prima persona le vicende del protagonista. Ottimo sparatutto dà il meglio di se con PS4Pro e Playstation Move.

Movieplayer.it

4.0/5

Perché ci piace

  • Trama semplice ma coinvolgente.
  • La regia regala un’ottima alternanza di narrazione e azione.
  • La componente sparatutto è ben realizzata, iperdinamica ma sopratutto incredibilmente divertente.

Cosa non va

  • Non tutti potrebbero apprezzare la poca libertà di scelta.
  • I non possessori di Playstation Move sono penalizzati nell’esperienza di gioco da una ridotta mobilità e abilità nelle mani.