Steve Jobs

2015, Drammatico

Steve Jobs è un flop negli USA. La delusione di Danny Boyle

Il regista si lamenta di una distribuzione troppo estesa, ma per il momento la pellicola sul fondatore della Apple si è rivelata un pesante flop.

Nonostante il plauso della critica, il pubblico americano non è andato a vedere Steve Jobs. Il biopic interpretato da Michael Fassbender, a fronte di un costo di 30 milioni di dollari, ha incassato solo 16,66 milioni di dollari al botteghino americano. Distribuito in 2.493 cinema il 23 ottobre, il biopic è stato poi ridotto a 421 schermi.

Leggi anche: Steve Jobs: Il film che la Apple non voleva farvi vedere

Il regista Danny Boyle, profondamente deluso dal risultato, si è lamentato della scelta tempestiva di togliere il film dalle sale. "E' davvero deludente che, quando il film è stato diffuso in un gran numero di sale negli USA, non abbia funzionato e sia stato tolto immediatamente. E' rimasto in programmazione solo nelle principali città. Credo che lo abbiamo diffuso in modo troppo ampio e troppo velocemente. I distributori avrebbero dovuto optare per una strategia più mirata."

Steve Jobs: Michael Stuhlbarg, Michael Fassbender e Kate Winslet in una scena del film

Boyle non si sente, però, di criticare la Universal per la distribuzione. "Il film è stato scaricato da Sony e Universal è stata esemplare nel modo in cui si è prodigata per il biopic, lo ha promosso e lo ha supportato in tutte le fasi del processo. Io credo che siano davvero orgogliosi del risultato. Alcune cose avrebbero potuto essere fatte in modo diverso, ma è andata così. Sono convinto che le persone che sono andate a vedere il film siano rimaste molto soddisfatte".

Steve Jobs è un flop negli USA. La delusione di...
Aaron Sorkin: "Denzel Washington sarebbe stato un grande Steve Jobs"
Steve Jobs: Danny Boyle spiega perché ha cambiato il finale
Privacy Policy